Una scheda che blocca il mio condizionatore si rompe?

Ho un impianto di climatizzazione centralizzato nel mio appartamento in affitto. C’è un’enorme macchina sul mio balcone che soffia aria calda quando l’aria condizionata è in uso. L’aria calda è così potente che può colpirti in faccia da 2 metri di distanza. Per qualche motivo avevo bisogno di impedire all’aria calda di entrare nel balcone, quindi ho messo una tavola di legno davanti e sul lato destro. La sua unica uscita di calore è quindi sul lato sinistro. Quindi, per estrarlo per te, la macchina è montata sul muro. A circa 4 pollici a destra c’è una tavola di legno. Circa 8 pollici davanti a dove soffia l’aria calda c’è un’altra tavola. Alla sua sinistra c’è l’aria aperta. Le tavole stanno diventando molto calde quando l’aria condizionata è accesa.

L’aria condizionata si romperà perché fa troppo caldo e l’aria non trova la via di fuga a sinistra?

C’è qualcosa che posso mettere davanti alla macchina per dirigere l’aria soffiata a sinistra e non direttamente alle tavole?


Risposta 1, autorità 100%

È piuttosto difficile dirlo senza saperne di più. L’idea generale è che la ventola che ti sta soffiando aria calda dovrebbe aspirare aria fresca attraverso una serie di alette. Le alette sono piene di liquido caldo e l’aria fresca che soffia attraverso le alette assorbe calore da quel liquido caldo. Quindi esaurisce l’aria ora riscaldata.

Quindi dovrebbe aspirare aria ambiente (“normale”) e scaricare aria riscaldata. In generale, l’aria di scarico è notevolmente calda, ma non così calda da non poterla sopportare sulla pelle. Una situazione che può verificarsi è che l’aria di aspirazione e quella di scarico possono essere così vicine tra loro o trovarsi in un’area così chiusa/confinata che l’aria di scarico riscaldata viene aspirata come aria di aspirazione, viene riscaldata di nuovo ed esaurita come aria ancora più calda. E poi tirato dentro e riscaldato di nuovo, ecc. Questa condizione rende l’unità molto inefficiente e, se è già abbastanza grave, può anche essere pericolosa.

È una questione di gradi, quindi se l’aria di scarico dell’unità è così calda che non la sopporti, probabilmente c’è una buona misura di questo ricircolo indesiderato dell’aria di scarico/aspirazione in corso con la tua unità.

p>

Ho detto tutto questo per dire questo: puoi deviare l’aria calda di scarico in qualsiasi modo desideri, purché non causi (o peggiori) un caso di ricircolo dell’aria di scarico/aspirazione.


Risposta 2

inserisci qui la descrizione dell'immagine

L’unità di condensazione AC preleva vapore refrigerante freddo a bassa pressione di 40°F e aumenta la sua temperatura/pressione in modo tale che sia 30°F al di sopra della temperatura dell’aria esterna in confronto, ciò consente il trasferimento di calore, condensando così il vapore refrigerante in un liquido respingendolo calore all’aperto, il liquido refrigerante viene quindi evaporato per rimuovere il calore che viene poi respinto all’esterno.
Stai facendo in modo che l’unità di condensazione respiri la propria aria calda, non permettendole di respirare l’aria esterna più fresca che consente il trasferimento di calore, questo costringe l’unità di condensazione a pompare il refrigerante a forse 60 F sopra l’ambiente esterno quando 30 F funzionano se non soffocando il l’unità ricicla la propria aria calda, questo consente un piccolo trasferimento di calore poiché è necessario un differenziale di temperatura per qualsiasi trasferimento di calore, minore è il differenziale, minore è il trasferimento di calore.