Termostato Google Nest che fa scattare l’interruttore bipolare da 25 A

Il contorno rosso del pannello frontale sono i due e gli ultimi 25 continuano a inciampare

Il Google Nest è stato installato di recente dal tecnico Pro che viene inviato per l’installazione. Il primo giorno tutto funzionava normalmente, il riscaldamento era acceso e la nostra casa era riscaldata a 70/71F. Intorno al terzo giorno l’interruttore ha continuato a scattare per il termostato.

Ho un forno Honeywell che richiede interruttori a doppio polo. L1/L2 è 60A e L3/L4 è 25A. Attualmente L2 è su 60 e L3 è su 25.

Con la conoscenza che ho ora, ho notato che Nest richiede 20-30 V, potrebbe essere questo il motivo per cui l’interruttore da 25 A scatta?

Posso accendere l’interruttore e il termostato si accenderà, accenderà il forno e soffierà il calore, ma dopo 5-10 minuti scatterà di nuovo e il forno inizierà a spegnersi.

Sono riuscito a trovare una soluzione insolita semplicemente rimuovendo la base del nido dal muro e sembrava funzionare. Lo ricollegherò per impostare la temperatura e accenderlo, quindi scollegare il nido dal muro e l’interruttore non scatterà a meno che non lo lascio collegato al muro per più di 20 minuti. Qualsiasi pensiero o aiuto sarebbe apprezzato.


Risposta 1, autorità 100%

In base al tuo commento sull’unità che funziona correttamente dopo che la temperatura interna si è avvicinata all’impostazione. Direi che c’è un problema con le strisce di calore ausiliarie. Si accendono quando la temperatura richiesta da te impostata supera di più di un paio di gradi la temperatura ambiente.

C’è un’elevata corrente assorbita per eseguire queste strisce. Si accendono anche quando la temperatura esterna è troppo bassa per il corretto funzionamento della pompa di calore.

Assicurati che il cablaggio che alimenta le strisce termiche sia sufficientemente grande per supportare il carico che assorbono. Trova un’etichetta che indichi i KW delle strisce termiche. Quindi trova quale interruttore di dimensioni è necessario per fornirlo. È possibile che il filo e l’interruttore siano sottodimensionati per le nuove strisce termiche. Le strisce da 10kw saranno spesso alimentate da un circuito da 60 amp.

Modifica: guardando la tua foto vedo un doppio sulla riva destra etichettato come pompa di calore. Che cosa alimenta? Sembra che sia 30 A per l’unità esterna.

Il circuito 60a dovrebbe alimentare le strisce di calore. Potrebbe essere che il tuo vecchio termostato non fosse cablato per attivare le strisce. Il nido è cablato per accenderli ma il circuito da 25 amp non è in grado di gestire il carico della striscia di calore. Alcune immagini del sistema di trattamento dell’aria e di come è cablato aiuterebbero a escludere o escludere questa ipotesi.


Risposta 2, autorità 50%

Credo che potrebbero esserci diverse possibilità che causano il viaggio.

Dato che il trasformatore sarebbe probabilmente andato in fumo molto tempo fa se fosse stata la causa, penso che tu abbia una coincidenza qui se non un filo spellato. Toccare il trasformatore e vedere se è caldo. Dovrebbe essere caldo ma non così caldo da non poterci tenere sopra la mano.

Non vorrei rovinare tutto per quanto riguarda la risoluzione dei problemi di Internet, ma ci sono 2 cose che vorrei considerare.

una valvola di inversione sull’unità esterna. Quando queste valvole si guastano, tutto può andare storto, tieni l’interruttore in calore fino alla primavera, quindi pasticcia con esso possiamo fare a meno dell’aria condizionata ma non del riscaldamento. Lascia il termostato collegato

L’altra possibilità è che il contattore per inserire il calore ausiliario è stato attivato, questo potrebbe essere stato appiccicoso le prime volte e la causa dell’intervento. Non sono sicuro di come il sistema abbia continuato a riscaldarsi con il termostato rimosso. L’unità della ventola dovrebbe continuare a soffiare fino a quando lo scambiatore di calore non si è raffreddato o le bobine di calore ausiliarie / di emergenza si sono raffreddate, quindi guarderei questa parte del circuito se quando si sostituisce il termostato e succede di nuovo.
In particolare, la richiesta di riscaldamento e la richiesta di riscaldamento ausiliario o di emergenza con lo scambio di un filo comune potrebbero causare questo.


Risposta 3

È possibile che un circuito a 120 V faccia scattare un interruttore cortocircuitando il secondario di un trasformatore che viene alimentato da esso. Un trasformatore NON è un dispositivo di protezione limitatore di corrente. Continuando a fare ciò, ovviamente, il trasformatore si surriscalderà, ma un cortocircuito sul secondario del trasformatore sarà fondamentalmente visto come un cortocircuito sul primario del trasformatore. (tecnicamente un assorbimento di corrente molto elevato sul primario del trasformatore che è collegato all’interruttore, ma è la stessa cosa) I trasformatori utilizzati per le configurazioni HVAC sono spesso tremendamente ingombranti rispetto alla quantità di energia che è effettivamente richiesta per essere utilizzata da loro, quindi non è come una “verruca da muro” EL-Cheapo AC che si autodistruggerà quasi immediatamente (proteggendo così l’interruttore) se in cortocircuito.

Devi capire che sul lato secondario a bassa tensione delle cose il secondario del trasformatore 24v è la “fonte di alimentazione” mentre la bobina del relè all’interno dell’unità HVAC che viene alimentata dall’interruttore è il “carico di potenza”

Dato che funzionava senza scatti usando il vecchio termostato, chiaramente NON c’è un problema con le bobine del relè all’interno del forno.

Dato che hai un cavo C al Nest e un “trasformatore caldo” al Nest, collegarli insieme creerà un cortocircuito attraverso il secondario del trasformatore.

La conclusione logica qui è che il Nest è rotto o il “tecnico professionista” non sapeva cosa stava facendo e ha collegato qualcosa di sbagliato. Questi tecnici NON sono autorizzati a toccare i circuiti a 120 V e quindi (supponendo che la tecnologia fosse buona) se il tecnico si è tuffato in questa installazione e ha scoperto linee elettriche a 120 V ovunque nelle vicinanze del termostato, avrebbe dovuto interrompere immediatamente il lavoro. Penso che tu stia perdendo tempo a cercare uno short sul lato 120v delle cose.

Dato che il problema è iniziato 3 giorni fa, dovrebbe essere applicata la garanzia sull’installazione e il tecnico dovrebbe essere richiamato. A meno che tu non l’abbia già fatto e gli abbia dato un grattacapo? O non ti fidi di loro più di quanto puoi sputare un topo?