Sostituzione GFCI e trovato due fili caldi

Stavo testando il GFCI nel mio garage e il pulsante “test” non funzionava. La presa era alimentata ma premendo il pulsante di prova non si interrompeva l’alimentazione. Ho spento l’interruttore e ho tolto il recipiente dal muro.

La scatola nel muro ha 4 fili che entrano da un pezzo di condotto (nessun filo di messa a terra poiché il condotto è stato utilizzato in tutta la casa come messa a terra). Un filo rosso e uno grigio chiaro (quasi bianco) erano sulla “linea” del GFCI e un filo bianco e nero erano sul “carico” del GFCI.

Per vedere se la linea e il carico erano al contrario, ho tappato tutti e 4 i fili, ho riacceso l’interruttore e ho usato un tester di tensione senza contatto. Con mia sorpresa, sia il filo rosso che quello nero sono stati identificati come portanti di tensione. Dato che tutti i cavi sono in un condotto, ho pensato che forse il tester di tensione stesse leggendo la tensione fantasma.

Ho comprato un nuovo GFCI, ho spento l’interruttore e ho collegato i fili rosso e grigio chiaro nella “linea” del GFCI e ho tenuto i fili bianco/nero chiusi. Il mio multitester ha letto 123 volt e la presa ha funzionato bene. Tutti i test del GFCI andavano bene. Ho quindi tappato i fili rosso/grigio chiaro e ho collegato i fili nero/bianco nella “linea” del GFCI. La presa ha funzionato bene e il mio multitester legge di nuovo 123 volt.

Inoltre, in entrambe queste configurazioni, non sono in grado di identificare una spina o una luce a valle che non funzionano correttamente. Quindi, sono convinto di avere due fili caldi che entrano nella stessa scatola e non ho idea del perché sarebbe così.

Sono propenso a tenere il rosso/grigio chiaro agganciato alla “linea” del GFCI e a tenere i fili bianco/nero chiusi nella scatola. qualche idea?


Risposta 1, autorità 100%

Penso di sapere cosa è successo.

Primo, avere rosso e grigio per un secondo circuito è perfettamente ragionevole, lo faccio sempre in conduit.

Comunque. Sospetto che il cablaggio del circuito originale avesse una semplice presa duplexcon entrambe le linguette interrotte. Una presa era servita da rosso e grigio. L’altra presa era servita da bianco e nero. Come mai? Poiché aveva 2 grandi carichi che voleva alimentare: sega da banco e depolveratore, per esempio. Ma per qualsiasi motivo voleva git-r-dun su una presa duplex invece di due.

Intendiamoci, in tal caso, il codice richiede che i due circuiti siano su un’interruzione di manutenzione comune, perché entrambi i circuiti si trovano sullo stesso giogo(cioè il corpo della presa). Non è necessario che abbiano un viaggio comune o che si trovino su poli opposti, ma otterrai entrambi come effetti collaterali.

Quando stava vendendo la casa, l’ispettore della casa ha fatto un walk-through e ha segnalato la mancanza di GFCI in quella posizione. È andato a Home Depot, ha acquistato un dispositivo combinato GFCI da $ 16 + presa, ha notato le 4 viti sulla presa, ha notato le 4 viti sulla GFCI e ha fatto l’ovvio. Non funzionava, non riusciva a capire cosa c’era che non andava e voleva solo vendere la casa… così ha rinunciato. L’ispettore è passato, ha visto GFCI, approvato.

Ora, se non ti interessa GFCI, torna al piano originale.

Se non ti interessa il piano originale, chiudi il black & bianco e usa il rosso & grigio (o viceversa), attaccandosi solo ai terminali di LINEA e lasciando il nastro di avvertenza sui terminali di CARICO.

Se vuoi il pieno utilizzo di entrambi i circuiti, allora:

  • se montata su superficie, sostituire quella scatola con una scatola larga 2 posti profonda (2-1/8″) 4″ o meglio una scatola quadrata grande 4-11/16″ con piastra di copertura appropriata a 2 posti.
  • se montato a filo, procurati un kit di base per condotti di superficie e vai dove vuoi (può essere di 1 pollice) e inserisci una scatola da superficie. Estendi il bianco/nero alla superficie della scatola.
  • In alternativa, usa una semplice estensione da 1 gang, un capezzolo da 1″ o giù di lì a una scatola quadrata da 4″ o 4-11/16″.

Poi monti due GFCI, usando solo i terminali LINE. Rosso/grigio per uno, nero/bianco per l’altro.