Se puoi usare interruttori duplex, c’è mai un motivo per non farlo?

In generale, quando i circuiti necessitano di protezione AFCI (o protezione GFCI se non si alimenta tutto attraverso prese GFCI), non è possibile utilizzare interruttori duplex, poiché non c’è abbastanza spazio per i circuiti di protezione. Tuttavia, quando non lo fanno, c’è qualche motivo per non utilizzare tutti gli interruttori duplex (o gli interruttori quadplex se sono coinvolti MWBC) come il tuo pannello ti consente? In altre parole, c’è mai un motivo per utilizzare un normale interruttore unipolare quando il tuo pannello può ancora accettare più duplex? Lo chiedo perché leggo molto qui che lo spazio sul pannello è prezioso, ma vedo anche molti normali interruttori unipolari che potrebbero essere duplex.


Risposta 1, autorità 100%

Il double stuffing ha i suoi limiti

Oltre agli eventuali limiti che il tuo loadcenterpone all’uso di interruttori a doppio materiale, ci sono anche limitazioni agli interruttori stessia causa delle dimensioni effettive ridotte del telaio coinvolti. Come avrai notato, uno di questi limiti è che il doppio materiale è incompatibile con la funzionalità AF o GF, o con altre funzioni/valutazioni speciali come la classificazione HID utilizzata in alcuni lavori commerciali per interruttori utilizzati per accendere carichi di illuminazione pesanti una base frequente, o la funzione Switching Neutral utilizzata per le pompe del carburante e alcune situazioni di trasferimento del generatore per quella materia.

Ci sono altre restrizioni in gioco qui, tuttavia, e la principale tra queste è che la dimensione del frame più piccola imposta un limite di portataper gli interruttori a doppio materiale. Mentre un telaio da 1″ o 3/4″ può normalmente gestire 125A/polo, i telai a doppio materiale sono limitati a 50A/polo per interruttori da 1″ (HOM, QP, BR, THQL) e 30A/polo per interruttori da 3/4″ (CH, QO). Inoltre, gli interruttori a doppia resistenza sono anche limitati in termini di capacità di interrompere grandi quantità di corrente di cortocircuito. Questo non è un problema nella maggior parte delle situazioni di servizio leggero, ma il loro limite di corrente di guasto di 10 kA diventa una considerazione nei lavori multifamiliari e commerciali dove si trovano servizi più grandi.

Infine, gli interruttori a doppio materiale sono limitati nella loro capacità di accettare accessori per interruttori; ad esempio, non possono essere utilizzati con i kit di interblocco del generatore e richiedono dispositivi di blocco speciali. Ciò si estende anche agli accessori elettrici, poiché questi interruttori non sono disponibili con funzioni come sgancio shuntche possono interrompere l’alimentazione a distanza o interruttori ausiliari/di allarmeper indicare lo stato dell’interruttore anche ad alcuni sistemi di automazione.


Risposta 2, autorità 50%

Non ci sono reali risparmi sui costi. Una doppia roba in genere costa un po’ di più rispetto ai suoi componenti sommati. Sono più difficili da realizzare e più utili, e questo si riflette nel costo.

Inoltre, alcuni quadplex sono viaggio non comune: gli insiemi esterni spesso non lo sono, e nemmeno gli insiemi interni a volte non lo sono. Ciò li rende inadatti per carichi a fase divisa da 120/240 V come essiccatori e gamme (e chi lo controlla davvero?). Inoltre, dubito dell’efficaciadel laccio della maniglia degli interruttori esterni. Sospetto che abbiano abbastanza gioco da poterli calpestare con la forza per lasciarne uno acceso. Ciò sconfigge le regole di spegnimento comune per i circuiti a 240 V e MWBC.

inserisci qui la descrizione dell'immagine

Martello per coltelli BQ230240 per pannelli BR.

Hai raggiunto i limiti delle pugnalate prima. Un interruttore 30/40 con un 30/30 di fronte supererà i limiti di pugnalata per quelle pugnalate. Prima di dire “è improbabile”, una casa elettrica standard da palude ha una portata di 40 A e un essiccatore di 30 A, W/H e A/C. Le persone tendonoa inserire i carichi da 240 V nella parte superiore del pannello, quindi l’utilizzo di quegli stessi interruttori nelle prime 2 file sembra perfettamente naturale.

È un modo davvero semplice per metterti in un angolo.Non sono le cose doppie, di per sé:Supponiamo che tu abbia un main da 30 spazi e un BR Sub da 24 posti/40 circuiti nel tuo garage. Qualcuno ti porge un quadplex esterno BQ220230, perfetto per il compressore e l’EVSE che stai montando proprio ora. Bene, perché sprecare l’interruttore. Il problema è la diapositiva scivolosa: una volta che ti senti a tuo agio con le doppie cose, cominci a pensare che sia intelligente ottenere piccoli pannelli. Ora sei dipinto in un angolo: o l’ispettore ti pizzica sui requisiti AFCI o GFCI a 2 poli di cui ti sei dimenticato e non hai spazio per gli interruttori giusti. Oppure hai bisogno di più spazi, ma non puoi crearli con le cose doppie perché l’hai già fatto. In altre parole, le doppie cose sono cattive quando diventano un sostituto di un pannello di grandi dimensioni.

Comunque, NEC 2020 è il tramonto delle doppie cose. AFCI/GFCI non sono realizzati in doppio materiale perché semplicemente non si adattano. Il NEC 2020 bandisce efficacemente le doppie cose: ogni circuito a 240 V <=50A deve essere GFCI, l’unico modo pratico per farlo è con un interruttoreGFCI e, come dice ThreePhaseEel, le doppie cose >50A non esistono, quindi non è possibile utilizzare un doppio materiale per un alimentatore sottopannello. Quindi non c’è più alcuna possibilità di utilizzare doppi oggetti a 240V. Inoltre, praticamente tutti i circuiti a 120 V ora richiedono AFCI, per proteggere il cablaggio, quindi deve essere sul pannello. AFCI è totalmente diverso da GFCI, non puoi usare le ricetrasmittenti e chiamarlo buono. Quindi cos’è rimasto che puoi raddoppiare? Non tanto.