Rimozione della colla residua dal pavimento 3/4 T&G incollato

Nel processo di rimozione dei 3 diversi tipi di pavimento della casa che abbiamo appena acquistato e prima di trasferirci, togli di mezzo le cose principali. La moquette è abbastanza facile per la maggior parte, la casa è una lastra in pendenza, quindi un po’ di colla in 3 delle 4 stanze con moquette andrà abbastanza facilmente. 2 dei 3 pavimenti galleggianti sono andati davvero bene, sono venuti fuori in pochi minuti dopo che la base è stata sollevata. C’è un pavimento che è stato posato con adesivo da costruzione sotto ogni striscia di pavimento in acero larga 2 1/4″. A parte i pezzi che escono, alcuni a pezzi, alcuni a tutta lunghezza, la colla sta arrivando a circa 50/50 tariffa.

Il mio primo pensiero è stato quello di fare una grande passeggiata dietro la smerigliatrice per calcestruzzo alimentata ad acqua, quindi potrebbe essere necessario solo un raschietto per pavimenti affilato abbastanza spesso per mantenerlo tagliato bene.

La domanda è, per rimuovere la colla rimanente, per un’area di circa 12X16′, qual è stata la tua tecnica per toglierlo? O forse suggerimenti che non ho menzionato.

Il pavimento finito che stiamo per rimettere a posto sarà un blocco a scatto in vinile solido galleggiante da 5 mm. Per questo motivo, sono preoccupato per la natura del macinacaffè, poiché non avrà alcun rispetto per quanto rimuove.


Risposta 1

Prima proverei un raschietto pesante… a volte l’angolazione giusta è la chiave per far sì che la colla rompa il suo legame. (E sì, affilerai spesso… il mio preferito sarebbe un macinino portatile con disco lamellare.)

Se non funziona bene, forse quel disco lamellare sul macinino potrebbe aiutare.

Se non funziona bene, forse un aeroplano portatile che viaggia su una “slitta” di UHMW che tiene la suola fuori dal cemento ma taglia a filo? (Ad esempio, distanziatore da 1/8″ sul fondo, lontano dalla lama; impostare la profondità di taglio su 1/8″.) Sì, questo ucciderà alcuni set di lame, ma sospetto che tu sia più avanti di un cemento noleggio macinino e relativa pulizia.

Se tutto ciò non funziona (in altre parole, non hai ottenuto tutto, ma hai un po’ di residuo), forse un po’ di composto autolivellante rimetterebbe le cose a posto.

ps, ho appena avuto una pazza idea… si applicano tutti i consigli di sicurezza… che ne dici di colpire l’adesivo con una torcia da idraulico brevementeper vedere se riesci a indurirlo (dopo che si è raffreddato) fino al punto in cui scoppietta bene? (NOTA! Non l’ho mai provato. So che Jack lo farà in sicurezza, ma nessun altro di voi va a dare fuoco a qualcosa o ad avvelenarsi. E se la sezione dei commenti esplode di derisione, lo modificherò gentilmente idea fuori dall’esistenza.)


Risposta 2

Ho scoperto che l’olio di arancia era un buon solvente non tossico per il mastice sul cemento rimasto dopo la rimozione delle piastrelle in vinile. Ha ammorbidito il mastice e sono stato in grado di raschiare facilmente. La sostanza appiccicosa si attaccherebbe al raschietto e io la pulirei via dal raschietto sul bordo di una paletta economica.