Quando utilizzare viti inox (acciaio inossidabile) in un tassello anziché utilizzare viti zincate/normali?

Solo quando c’è la possibilità di umidità? Le viti inoxsono migliori per sopportare alcuni pesi, sono più resistenti o solo la loro gestione dell’acqua è migliore? Vedo che ci sono anche diversi tipi di Inox, come A2, A4, presumibilmente migliori per la gestione dell’acqua.

Suppongo che per l’uso domestico e il mantenimento del peso, potrebbe non avere importanza, ma quello che chiedo è in teoria; quale vite reggerebbe meglio il peso e se confronto l’inox con altre viti normali, cosa dovrei scegliere e perché?

Anche A4 Inox vale il prezzo?


Risposta 1, autorità 100%

Inox è acciaio inossidabile con il 10% (o più) di cromo. I diversi gradi hanno leghe diverse e creano un fissaggio più forte. Negli ambienti industriali utilizziamo l’A4 perché è superiore. Pensa al caso indurito per un parallelo a cui la maggior parte pensa negli Stati Uniti, hai davvero bisogno del voto migliore? Dipende da cosa stai facendo a calore elevato o congelatori criogenici potrebbero richiedere un grado elevato, ma per l’uso domestico probabilmente non pagherei un extra. Infatti a seconda del tipo di elementi di fissaggio necessari potresti avere opzioni più economiche con viti rivestite 1/10 del costo con una vestibilità di oltre 20 anni. Sebbene l’acciaio inossidabile sia inossidabile, può presentare macchie di ruggine di ossido di ferro e se la polvere di metallo si deposita sull’elemento di fissaggio in un’area umida può danneggiare il materiale e può sembrare un elemento di fissaggio arrugginito lucido. La differenza che vedo con l’inox e la zincatura sia a caldo che galvanici è che dopo aver serrato un elemento di fissaggio nel punto di contatto sulle parti zincate può iniziare ad arrugginire mentre con l’inox no. Sarebbe utile sapere se si parla di viti per macchine o viti per legno per fornire confronti migliori.