Purgatorio sverniciato – bloccato nel mezzo – cosa dovremmo fare?

Mia moglie stava preparando la nostra cucina da dipingere questo fine settimana nel nostro condominio degli anni ’20. Presumibilmente è presente vernice al piombo, ma quando lavoriamo indossiamo maschere.

C’è una vecchia porta e uno stipite della porta e un vecchio telaio di una finestra in legno in un angolo della cucina. Entrambi avevano una vernice spessa, gorgogliante e screpolata in alcuni punti e sembrava che avesse molti strati di vernice. Eravamo preoccupati che non fosse una superficie abbastanza buona per la pittura. Mia moglie ha deciso di applicare uno sverniciatore chimico per spogliare le superfici prima di procedere con la verniciatura.

Sembra che a questo punto sia stato un grosso errore. Finora abbiamo fatto un giro sulla porta e due sul telaio della finestra. Il primo strato di vernice sta arrivando (più o meno) ma sembrano esserci almeno altri 3-5 strati di vernice sotto e sono tutti super testardi e sembrano resistenti allo sverniciatore chimico. Ogni round è stato seguito da ore e ore di olio di gomito con scarso beneficio. A questo punto sembra che l’approccio di sverniciatura chimica non funzionerà mai e la superficie sembra più lontana che mai dall’essere pronta per una nuova vernice.

Mi piacerebbe dipingere solo su questo, ma ora la superficie è completamente rovinata e non ho idea di come riusciremo a ottenere una superficie abbastanza liscia per la pittura. Cosa dovremmo fare dopo? Dovremmo continuare con cicli e cicli di sverniciatura chimica che potrebbero non funzionare mai? C’è un modo per ridurre le nostre perdite e rendere questa superficie verniciabile? Stiamo anche valutando la possibilità di rinunciare e chiamare i professionisti, ma preferirei davvero di no perché non voglio far entrare un estraneo nella nostra casa durante la pandemia e ultimamente abbiamo anche subito alcuni colpi finanziari legati alla pandemia. Non sono nemmeno sicuro che un professionista considererebbe questo lavoro nel suo stato attuale.

inserisci qui la descrizione dell'immagine

Modifica/Aggiorna:

Ok sono tornato! Sono felice di riferire che questo è stato risolto abbastanza bene. Ecco le foto finali dipinte: https://imgur.com/SlkIEvQhttps://imgur.com/H16z2OTQuello che abbiamo finito per fare è stato:
1. un altro giro di stripping a base chimica con una tonnellata di grasso di gomito, strofinando la superficie con acqua per pulirla
2. utilizzo di un primer specifico per il contenimento di vernici a base di piombo (Eco Bond)
3. riempimento con “MH Ready Patch” (https://www.amazon.com/ dp/B000BQURN8/ref=cm_sw_em_r_mt_dp_U_G5ASEbZG89JFM) per appianare alcune imperfezioni, quindi carteggiare a mano. Abbiamo dovuto fare due giri di questo.
4. ancora adescato con Eco Bond
5. adescare con un normale primer per pittura
6. verniciato con la nostra vernice scelta per porte e finestre.

Sembra piuttosto buono, se guardi da vicino puoi ancora vedere alcune delle cicatrici, ma sembra migliore di prima, dove c’erano così tanti strati di vernice spessa che si screpolavano e le caratteristiche della porta iniziavano a diventare morbide. Sembra molto più nitido di quando abbiamo iniziato ora. Grazie a questa community per i tanti pensieri utili!


Risposta 1, autorità 100%

Data l’elevata probabilità della vernice a base di piombo, nelle tue attuali circostanze non la attaccherei con una smerigliatrice o una levigatrice. Creerai polvere contaminata dal piombo che ti perseguiterà a lungo. Doppiamente se qualche bambino entra in contatto con la tua casa. Opuscolo EPA qui: EPA RRP

Quindi, sembrerebbe che tu possa rimuovere e sostituire il legno verniciato con uno nuovo, oppure continuare a sverniciare in sicurezza.

Il nuovo involucro e battiscopa è piuttosto semplice. I davanzali meno. Gli stipiti delle porte molto meno, anche se ciò eliminerebbe anche il fastidioso problema di smontare la porta.

Per quanto riguarda lo stripping, potresti dover lasciare che lo spogliarellista funzioni più a lungo o passare a un prodotto più nocivo. (Vorrei comunque la spogliarellista nociva sulla polvere di piombo in qualsiasi giorno della settimana.)

(modifica: ho dimenticato di menzionare le pistole termiche… Se riesci a trovare una pistola termica con un’uscita regolata e sai per certo che non supera i 1100 gradi F, una pistola termica potrebbe aiutarti.)

Buona fortuna! E a proposito, non c’è vergogna nell’iniziare un progetto e scoprire ostacoli sorprendenti.


Risposta 2, autorità 88%

Il piombo esiste davvero?

In primo luogo, verifica la tua ipotesi sulla presenza di lead. Il piombo appare in 2 punti: alcuni pigmenti audaci come gli ossidi arancione e rosso(non che il cromo giallo sia particolarmente salutare) In secondo luogo, appare come un pigmento economicochiamato “mina bianca”, usata nelle vernici economiche. (vernici migliori usavano quello che usano ancora, biossido di titanio).

Quindi non dare per scontato di avere la vernice al piombo a meno che i test non lo dimostrino; e il test 3M leggerà in secondi. Se ci vuole un’ora per diventare arancione, non è piombo.

  • A proposito, il pigmento nero prevalente era/è il nerofumo: sia quello che il biossido di titanio sono pigmenti mineralistabili e convenienti. Ecco perché così tante auto sono nere, grigie e bianche.

La rimozione dell’alchidico è difficile

La vernice al lattice è molto più morbida e facile da rimuovere rispetto alle vernici alchidicheutilizzate in precedenza. Intendiamoci, l’alchide non è il nemico. L’alchidica è una sostanza meravigliosa perché è così resistente… anche se ai distretti regionali di gestione della qualità dell’aria non piace perché il solvente è puro VOC.

La maggior parte degli svernicianti venduti nei big-box store locali sono “roba leggera” perché sono in grado di renderli più sicuri o più conformi alle normative regionali sui COV. Sono progettati per rimuovere la vernice di lattice. Quindi penso che, come dice James, stai “sbattendo la testa contro il muro” usando una spogliarellista che è semplicemente troppo debole per l’alchide.

Ora c’era una meravigliosa spogliarellista chiamata Aircraft Remover. Intendiamoci, nessuno dipinge gli aerei con vernice al lattice. Quindi la roba è per definizione per gli alchidi. Tuttavia, Rustoleum l’ha acquistato e l’ha spinto a fondo nei negozi di ferramenta e nei big-box, e potrebbero aver sminuito il prodotto. Potresti verificare con le comunità dell’aviazione o della marina e vedere cosa gli piace – anche la marina non usa vernice al lattice – infatti usano alcune LPU malvagiamente resistenti, ad esempio Imron (come fanno gli aeroplani a livello di jet di linea commerciale).

Devi coprire lo sverniciatore con plastica dopo averlo applicato. Se appoggi lo sverniciatore, lo fai gorgogliare e poi lo lasci asciugare, hai fatto esattamente bupkus. Inoltre, se lo metti sottile, non penetrerà molto lontano. Quindi coprilo spesso. Coprilo con la plastica. Lascia che funzioni per ore. E poi stacca la plastica mentre ti spogli. Dovrebbe andare molto meglio.

Rivisita il calore

Il calore non è il diavolo. Deve solo essere utilizzato con cura e DPI adeguati. Mi rendo conto che i respiratori a cartuccia e le cartucce sono fondamentalmente in unobtanium in questo momento, ma ricerca i DPI giusti per il lavoro – o semplicemente prendi l’affare all’aperto e lavora sopravento con DPI più modesti.

E non chiedere al calore di fare tutto il lavoro pesante: scaldare e raschiare insieme.

Oppure, stabilizza la superficie e vai avanti da qui.

Se vuoi solo fermarti ora e riempire gli squarci e i buchi (ed è fattibile), allora puoi farlo. Lavare accuratamente e strofinare con una spazzola per rimuovere ogni traccia di sverniciatore (che ovviamente rovinerà la vernice). Lascia asciugare 24 ore al chiuso (la rugiada è un problema). Quindi strofinare con la sabbia e alternare tra un primer ad alto spessore e la levigatura. Se hai un negozio di marina nelle vicinanze che non è chiuso a causa del COVID, procurati un po’ di stucco per carenature West System Microlighte mescolalo alla consistenza del burro di arachidi con un molto lento>epossidico da ferramenta a tua scelta. Questo ti darà un materiale simile a un bondo che è facile da carteggiare, per poi ricoprire. Puoi anche usare Abatron o Bondo reale invece di West + resina epossidica).

(West System è nel settore della resina epossidica, ma sono sicuro che non vuoi spendere $ 150 per allestire un gallone di base, indurenti, pompe dosatrici ecc. del il miglior sistema epossidico al mondo . Non lo userai spesso a meno che tu non sia una persona pratica/falegname, quindi lo userai per tuttolol).

Comunque lasci che il tuo primer ad alta densità o “bondo” si asciughi completamente (fino a dove si carteggia senza che si muova), poi carteggi a umido quel tizio. (la levigatura a secco è interrotta a causa del piombo). Risciacquare ripetere fino a quando non sei soddisfatto della superficie.

Questo è un sacco di lavoro, comunque. Ma dovrai fare qualcosa di simile una volta arrivato al legno nudo, solo allora sarai in grado di carteggiare a secco 🙂


Risposta 3, autorità 27%

Sono solidale con te per la tua situazione. Sono sicuro che la maggior parte di noi ha iniziato un lavoro che è diventato molto più duro del previsto e non è facile tornare indietro. So di averlo.

Prova un altro sverniciatore. Ho scoperto che alcuni funzionano meglio di altri e alcuni funzionano meglio con determinati tipi di vernice. Dai un’occhiata ai siti web specializzati nella verniciatura o nella finitura del legno per vedere cosa è disponibile.

Il marchio che usavo è diventato molto meno efficace negli ultimi anni. Un tempo faceva bolle di vernice in pochi secondi, ma ora lo ammorbidisce a malapena. Nel mio ultimo lavoro ho provato una nuova spogliarellista “senza solventi/alcali”. Sembra essere a base d’acqua e sembra pasta per carta da parati. Non avevo grandi aspettative, ma ha funzionato egregiamente.

Di solito è importante evitare che lo stripper si asciughi il più a lungo possibile, altrimenti smette di funzionare. Questo può significare una riapplicazione regolare o una copertura, a seconda del tipo.

Se la porta è solida e può essere rimossa, prendi in considerazione l’utilizzo di un’azienda che la spogli in un serbatoio caustico caldo. Ciò può far risparmiare molto tempo, ma ascolta i loro consigli poiché alcune porte non sono adatte al processo e possono essere danneggiate.


Risposta 4, autorità 19%

Smetti di indovinare se c’è vantaggio

Ho comprato una casa della metà degli anni ’70 proprio ai margini del divieto di pittura al piombo. Avevamo alcune finestre più vecchie, quindi ho acquistato un kit di test del piombo e mi sono assicurato che non ci fosse alcun piombo. Il kit non era particolarmente costoso, i risultati sono garantiti ed è facile da usare (100% fai da te). Se il test risulta negativo, carteggiare quella ventosa (grana 200+, per non danneggiare il legno, ed eviterei anche una levigatrice elettrica per il legno vecchio).

Se torna positivo… puoi giocare in un paio di modi

  1. Acquista un primer a base di olio (pulizia con spirito minerale) e dipingici sopra. Non ci sono rischi qui. Non mi preoccuperei nemmeno dei primer in lattice, poiché è più probabile che le vernici più vecchie contengano sostanze chimiche strane. Il ribollimento che descrivi è un segno distintivo delle persone che semplicemente schiaffeggiano più vernice e non aderiscono correttamente.
  2. Riparare il piombo. Costoso, ma puoi stare certo che il vantaggio sparirà

Risposta 5, autorità 12%

Prendi una levigatrice o una smerigliatrice e levigala a umido. Sarà un lavoro da 2 uomini, uno di voi che leviga, uno che bagna costantemente.

Se hai uno spruzzatore per piante o simile (quelli che pompi per pressurizzare), questo renderà più facile l’applicazione di acqua costante. Vuoi abbastanza acqua per mantenere bassa la polvere, ma non troppa per infastidire i tuoi strumenti. Uno di buona qualità sarà più tollerante a un po’ di fango di polvere umida.

L’ideale sarebbe un aspiratore per negozi in grado di gestire l’acqua per l’estrazione della “polvere”, ma puoi usare un aspirapolvere con sacchetto se non sei troppo preoccupato per questo – il sacchetto si intaserà abbastanza velocemente, ma i sacchetti lo sono economico.

Se non hai un elettroutensile sei disposto a rischiare di inumidirti un po’, fai il tuo esercizio di blocco e fallo a mano. Andrà più lentamente, ma funzionerà. Se hai fatto un vero pasticcio con il legno, una surform o “raspa shintoista” è molto aggressiva e si rimuoverà molto velocemente.

Riferimento per la levigatura a umido della vernice al piombo sicura:
https://www.hse.gov.uk/pubns/cis79.pdf


Risposta 6, autorità 4%

DCM è particolarmente pericoloso se nell’area sono presenti superfici di calore radiante. Non è infiammabile ma più di una persona è morta a causa dell’utilizzo con un riscaldatore elettrico o a gas radiante nell’area, che provoca la produzione di fosgene letale (cloruro di carbonile) per rottura del DCM ad alta temperatura. Anche l’uso di una pistola ad aria calda sarebbe pericoloso per lo stesso motivo. Non è un bel modo di morire, dopo solo un breve periodo di esposizione al fosgene, ti strozzi a morte per un periodo di ore o giorni mentre i tuoi polmoni si indeboliscono gradualmente. Sì, era un ottimo sverniciatore, ma era molto più pericoloso di quanto pensassimo.


Risposta 7

Ho intenzione di buttare là fuori quella levigatura a mano con carta vetrata grossolana e fine può fare miracoli. In ogni caso, non sfuggi mai alla levigatura in un lavoro di verniciatura, specialmente con lo sverniciatore – anche quando funziona perfettamente, DEVI carteggiare in seguito se vuoi una finitura liscia.

La mia sequenza abituale è 120, 200, 300 o 400. Se c’è uno strato pesante da togliere e il legno non è troppo morbido (non pino, abete, ecc.) allora potrei iniziare con 60 o 80 e finire con 200 per la pittura. Per macchia/poliuratano, la levigatura finale 300-400 rende davvero una bella finitura.