Prese GFCI: possono essere riparate? Servono davvero alla fine di un circuito?

La mia casa ha appena subito un’alluvione e c’erano 7 piedi di acqua fangosa al primo piano, quindi tutte le prese dell’aria condizionata erano sott’acqua. Dopo che l’acqua si è ritirata, tutte le uscite non protette hanno continuato a funzionare bene. Ma 4 prese GFCI su 5 non funzionano più e non possono essere ripristinate. Le prese GFCI possono essere smontate e pulite/riparate o c’è qualcosa all’interno che si guasta in modo permanente?

Inoltre, tutti i punti vendita GFCI sono agli estremi. In altre parole, c’è un solo filo collegato a ciascun terminale di LINEA e nessun filo collegato ai terminali di CARICO. Quindi sembrano solo proteggersi. Ma se hanno fallito una volta che si sono bagnati e tutte le prese non GFCI sono sopravvissute, posso semplicemente sostituirle con prese non GFCI?


Risposta 1, autorità 100%

Non vale il rischio

GFCI (sia nelle prese che negli interruttori) sono articoli elettronici sensibili, salvavita. In quanto tali, non vuoi scherzare con loro. In effetti, l’intero scopo dei pulsanti TEST/RESET è perché possonofallire, anche senza problemi evidenti come un’inondazione. I modelli più recenti vengono testati anche automaticamente.

È possibileche semplicemente ci sia ancora acqua all’interno dei GFCI in modo che lo smontaggio, l’asciugatura e il rimontaggio funzionino? Sì. È una buona ideaprovarlo? ASSOLUTAMENTE NO!

Le nuove prese GFCI di base sono comprese tra $ 15 e $ 20 (varia a seconda della marca, 15 A rispetto a 20 A e altre caratteristiche). Non così economici come semplici recipienti, ma non così grandi nel grande schema delle cose.

Presumibilmente le prese GFCI sono state installate perché le posizioni particolari – seminterrato, bagno, lavanderia, ecc. le richiedevano. Supponendo che sia così, la sostituzione con contenitori semplici sarebbe una violazione del codice. Nella maggior parte dei casi non è necessario eseguire l’upgrade a GFCI a meno che non si apportino modifiche, ma il downgrade non ha senso ed è probabilmente una violazione del codice.

Alternativa al pannello

Un’alternativa consiste nell’installare interruttori GFCInel pannello principale. Questo ha lo svantaggio che il tuo pannello potrebbe non avere spazio per GFCI, o se hai un pannello o fusibili molto vecchi invece degli interruttori, non è nemmeno un’opzione. Questi interruttori in genere costano anche più di “interruttore normale” + “presa GFCI”, quindi questa modifica sarebbe per motivi pratici (ad esempio, proteggere i circuiti esterni in cui una presa GFCI sarebbe soggetta a condizioni meteorologiche avverse) o come parte di un aggiornamento del pannello. Se stai cercando un costo semplice, sostituire le prese GFCI dove si trovano attualmente sarà quasi sicuramente la strada da percorrere.

Dai un’occhiata a tutto il resto

Come ha notato Harper, ci sono anche molte altre preoccupazioni. Questa è una situazione in cui il fai-da-te potrebbe davvero non essere sufficiente. Potresti avere danni nascosti che possono tornare a bruciarti (letteralmente) quando meno te lo aspetti. Vale la pena valutare professionalmente l’intero sistema elettrico che era sott’acqua.


Risposta 2, autorità 77%

È peggio di così. Anche i cavi sono fatti.

La maggior parte delle case è cablata con cavo Romex (NM). Non è classificato per bagnarsi. Ha un imballaggio di carta all’interno della guaina che assorbe l’acqua come un matto.

Se le persone che hanno costruito la casa erano esperte di inondazioni, hanno costruito con il cavo UF, che è classificato come umido e in particolare non ha quell’imballaggio di carta. Andrà bene. Oppure hanno costruito con condotto e utilizzano fili singoli THWN o THWN-2. Anche quelli sono classificati per l’umidità e funzionano bene anche se il condotto è pieno d’acqua, che è la normale aspettativa all’aperto.

Tutti gli interruttori e le prese sono pronti

I danni causati dall’inondazione distruggono tutto, perché non è solo acqua, è anche un sacco di sporcizia. I vagoni dell’inondazione sono finiti. Parte di quel greggio è elettricamente conduttivo e ne ha imbrattato tutti i recipienti. Inoltre, il crud è corrosivo, quindi qualsiasi cosa in quel recipiente che potrebbe corrodersi, è in questo momento.

Per tutti questi motivi (l’elettronica è estremamente sensibile alla corrosione), i GFCI sono tutti finiti e devono essere sostituiti.

Anche il pannello di servizio è terminato

I pannelli di servizio, anche quelli classificati all’aperto, non sono classificati per fare una nuotata. Il greggio si trova anche all’interno dei demolitori, creando tracce conduttive e provocando danni da corrosione. Questi interruttori non saranno più affidabili. Potrebbe essere possibile estrarre gli autobus dal pannello di servizio e pulirli, dovresti vedere.

Se guardi i filmati delle notizie della recente inondazione di Houston, vedi molti appartamenti a 2 piani, il 1° piano allagato e il 2° piano con le luci accese e l’aria condizionata accesa. I costruttori esperti di inondazioni prendono la loro energia da linee aeree non sotterranee e mettono il pannello di servizio al 2° piano. Mettono i circuiti del primo piano sugli interruttori GFCI in modo che non elettrichino l’acqua e non annegano le persone. Un interruttore GFCI protegge l’intero circuito e rende superflue le prese GFCI.

Tutti i dispositivi GFCI possono proteggere i carichi di downline se cablati correttamente. Hai ragione sul fatto che una presa GFCI all’estremità di un circuito è un po ‘uno spreco.

(Di solito) non puoi lavorare su immobili in affitto

La maggior parte delle aree ha una legge secondo cui solo gli elettricisti autorizzati possono lavorare su proprietà in affitto. Questo per impedire ai proprietari di fare lavori scadenti a buon mercato e uccidere i loro inquilini.

Verifica con la tua autorità locale (il dipartimento del municipio in cui vai a ritirare i permessi). Ti diranno cosa può e non può fare un tuttofare con l’elettricità nelle unità a noleggio. Se ti permettessero di fare qualsiasi cosa, sarebbe limitato a cambiare prese, interruttori o luci. Le modifiche alle prese GFCI potrebbero essere incluse in questo.


Risposta 3, autorità 35%

  1. Non è praticamente fattibile pulire e riparare una presa GFCI.Sono aggeggi abbastanza elaborati e sensibili e non sono progettati per essere smontati. Potresti tirarlo fuori? Probabilmente. Vorrei? No. Annullerebbe l’elenco UL? Già.

  2. Il fatto che i punti vendita GFCI siano necessari alla fine di un circuito dipende quasi interamente da dove si trovano.Il fatto che siano gli ultimi di una serie di punti vendita è irrilevante. Si trovano in luoghi normalmente esposti all’acqua, come cucine e bagni? Se è così, devono restare.


Risposta 4, autorità 4%

In qualità di proprietario di una casa, ingegnere elettrico e buon armeggiatore, non tenterei di riparare un GFCI a meno che non fossi disperato.

Tuttavia, se proprio dovessi, quello che proverei è prima risciacquare con acqua semplice e qualche goccia di detersivo per piatti, poi risciacquare in acqua distillata con l’aggiunta di qualche goccia di “brillantante” per lavastoviglie, quindi risciacquare in bianco alcol denaturato. Fai tutti questi risciacqui accuratamente, in modo che il fluido venga fatto scorrere attraverso l’apparecchio. Quindi agitare per asciugare il meglio che puoi e mettere in un forno a 100 gradi (non più caldo!) Per un’ora o due. Se il problema persiste, gettalo nella spazzatura!

Sarebbe interessante smontare una delle cose per vedere come è fatta, ma immagino che sarebbe impossibile tornare di nuovo insieme. Per avere successo dovresti sacrificare una o due unità per aiutarti a progettare maschere di assemblaggio di qualche tipo e probabilmente dovresti trovare dei rivetti di ricambio da qualche parte.

Per quanto riguarda il cablaggio, è un po’ incerto. In particolare, vuoi assicurarti che i GFCI siano sostituiti e che, una volta reinstallati, siano correttamente collegati a terra. (Controllare la continuità del filo di terra!) Qualsiasi cablaggio che sembri sospetto (particolarmente sporco o “bruciato”, ad esempio) dovrebbe essere sostituito. E tutti i normali punti vendita, ad esempio nelle aree degli asili nido, dove è probabile che gerfingerpokin si trovino dovrebbero essere sostituiti.


Risposta 5

Per rispondere separatamente alla domanda di “fine linea” relativa ai GFCI, no, posizionarli alla fine di una sequenza di punti vendita collegati a margherita non è in alcun modo richiesto dal codice e non fornisce alcuna protezione al resto di il circuito.

Ci si chiede se il precedente occupante abbia sostituito le prese standard in questi luoghi con i GFCI, nell’errata impressione che avrebbero protetto l’intera catena.

Ora potrebbe essere un buon momento per rivalutare la situazione (soprattutto visti i possibili danni invisibili causati dall’acqua ai cavi) e installare GFCI collegati a margherita come prima uscita dei circuiti, o almeno quei circuiti più vicini all’uomo.