Prese elettriche “in ambienti umidi”

Il nostro elettricista ha recentemente installato una presa NEMA 5-20R “in ambienti umidi” sotto il nostro lavandino e ha cercato di capire cosa la rende speciale? Afferma che non è GFCI, che secondo me sarebbe richiesto in un luogo del genere (o forse semplicemente non saggio non farlo). Cosa diavolo rende una presa “in ambienti umidi” diversa da una presa NEMA 5-20R standard?


Risposta 1, autorità 100%

Leggendo la tua domanda e gli altri commenti, sto solo rispondendo per cercare di riassumere le cose.

Prima di tutto un recipiente resistente agli agenti atmosferici. Fornisce la conformità con l’articolo 406.9 del NEC del 2011 che afferma che tutti i recipienti installati in luoghi umidi e umidi devono essere resistenti agli agenti atmosferici. Le designazioni “WR” forniscono l’identificazione visiva. I recipienti resistenti agli agenti atmosferici offrono protezione da pioggia, neve, ghiaccio, umidità e umidità se installati correttamente in una copertura protettiva contro le intemperie approvata o durante l’uso. I recipienti resistenti alle intemperie possono essere utilizzati in qualsiasi luogo esterno residenziale o commerciale. Progettati con nylon potenziato e componenti in metallo resistenti alla corrosione, i recipienti resistenti agli agenti atmosferici sono estremamente durevoli.

Penso che l’elettricista stesse solo cercando di darti il ​​miglior lavoro che conosceva, anche se non è necessario. O quello o quello è l’unico ricettacolo che aveva a portata di mano. Non ci sono problemi con l’installazione migliore del codice minimo.

Spero che questo aiuti.