Nessuna alimentazione per il garage

Stavo sostituendo una luce esterna e non riuscivo a trovare a quale circuito fosse collegato il mio garage. L’interruttore principale e il garage scattati erano ancora alimentati. Ho toccato il “caldo” a terra per far scattare un interruttore. La corrente è saltata in garage, nessun interruttore è scattato sul pannello principale. Sostituito un gfci in garage dove arriva la corrente in garage, ancora nessuna alimentazione. È passato attraverso l’interruttore principale alcune volte facendo scattare i singoli interruttori, ancora senza alimentazione. La casa è stata costruita nei primi anni 2000. Impossibile individuare un pannello secondario nel garage.


Risposta 1, autorità 100%

Non sovraccaricare mai intenzionalmente i cavi. Può avere conseguenze indesiderate molto gravi.

Due possibilità.

Hai fatto scattare un interruttore, ma non è dove pensi che sia.

Quindi, hai spento l’interruttore principale del “pannello principale” e il tuo garage non è scattato. Questo ti dice qualcosa. Significa che se hai sovraccaricato il circuito del garage (diciamo, facendo funzionare una sega e un depolveratore e la sega si blocca con un nodo), l’interruttore che scatterebbe non è nel tuo “pannello principale”. È da qualche altra parte. A rischio di affermare l’ovvio.

Quindi, supponi ipoteticamente che la tua acrobazia abbia fatto scattare un interruttore. Sappiamo che non è nel pannello di cui sei a conoscenza.

Dato che non hai descritto un’ulteriore ricerca esauriente per altri pannelli, sembra che tu non ne abbia fatto uno. Indovina cosa devi fare 🙂

Se il garage è una dependance, è abbastanza comune avere un servizio al palo, un contatore e un quadro di distribuzione al palo e l’energia elettrica diramata separatamente alla casa, al garage e ad altri annessi.

Oppure hai sovraccaricato il tuo cablaggio con quell’acrobazia

Come forse saprai, il cablaggio viene in genere eseguito a margherita, con l’alimentazione portata a una presa, un interruttore o una giunzione, quindi si passa a quella successiva.

Volevi far saltare in aria un interruttore. Ma da qualche parte tra il punto in cui l’hai intenzionalmente cortocircuitato e il pannello di servizio, invece hai fatto esplodere qualcos’altro.

Questo è particolarmente comune con “backstab”collegamenti su interruttori o prese. Ora, il problema sarà sull’ultima presa buona nel circuito, o la prima presa morta… ma se sono coinvolti pugnalate alle spalle, è probabilmente una buona idea esaminarle tutte e convertirle in avvitatore o viti laterali.