Luci LED collegate in parallelo: l’ultima è più debole, perché?

Ho 3 luci da incasso a LED Lutron (9W) con driver individuale ciascuna (fornita con le luci) collegate in parallelo e cablate a un interruttore compatibile dimmerabile Lutron.

Per qualche motivo, quando l’interruttore è impostato sulla modalità dimmerazione totale e attivato, l’ultimo LED non si accende. Quando è impostato su qualcosa di leggermente più luminoso del full dimm, si accende ma leggermente più scuro. Le prime 2 luci funzionano alla grande.

Quando avvio alla massima potenza e poi scendo fino alla massima luminosità, la terza luce rimane accesa ma anche leggermente più debole.

Quando si spegne a livello di attenuazione media, le prime 2 luci si spengono immediatamente e l’ultima impiega un po’ per spegnersi. Come se continuasse a utilizzare l’elettricità residua o qualcosa del genere :/

Le luci vengono alimentate dalla presa che si trova sul circuito da 15 A.

Il collegamento è il seguente:
inserisci qui la descrizione dell'immagine

Quale potrebbe essere la causa di questo comportamento?


Risposta 1, autorità 100%

Non tutte le luci a LED alimentate a rete sono compatibili con tutti i tipi di dimmer. E quando ti capita di ottenere un corretto dimmer compatibile con LED con lampadine/driver LED dimmerabili, non è raro che non tutte le luci funzionino esattamente allo stesso modo.

Se dovessi scambiare le posizioni di due delle lampadine/driver LED che hai installato, molto probabilmente vedrai il comportamento aberrante di un LED (come l’ultimo dei tre)spostare con la lampadina/driver e non essere correlato alla posizione nel circuito. Ci sono un paio di buone ragioni per questo:

  1. La quantità di energia utilizzata da ciascuna lampadina/driver LED è così piccola che non si verificherà alcuna caduta di tensione apprezzabile lungo il tipico cablaggio 12AWG utilizzato per collegare una stringa di tre luci. Ciò ovviamente presuppone che tutte le interconnessioni dei cavi siano state realizzate con dadi di ottima qualità e di buona fattura in modo da eliminare una connessione ad alta resistenza.
  2. Il circuito utilizzato in ciascuna lampadina/driver LED non sarà un circuito progettato con precisione con un comportamento accuratamente sintonizzato rispetto a come reagisce alla forma d’onda di tensione CA scomposta prodotta dall’unità dimmer. Sfortunatamente, i circuiti utilizzati nelle lampadine/driver a LED sono generalmente prodotti in modo da ridurre al minimo i costi. Ciò comporterà che le varie lampadine/driver avranno soglie diverse di forma d’onda CA tagliata in cui si accendono o si spengono.

Il miglior consiglio, se il comportamento che stai vedendo è troppo fastidioso, è di sostituire la lampadina/i driver LED aggiuntivi finché non trovi un set che funzioni tutto in modo soddisfacente. Questo non deve essere un problema dover acquistare lampadine/driver LED aggiuntivi perché in molti casi di conversione di una casa dalla vecchia illuminazione a incandescenza all’illuminazione a LED a risparmio energetico avrai alcuni circuiti di illuminazione che hanno solo una singola posizione della luce. Puoi posizionare unità che non hanno giocato bene in un gruppo in queste posizioni. E in alcuni casi, se il comportamento di attenuazione di alcune unità è discutibile, puoi scegliere di dotare quei particolari circuiti di illuminazione con interruttori di accensione/spegnimento completi anziché dimmer.

Recentemente ho eseguito una conversione del 100% della mia casa in smart switch e dimmer intelligenti Lutron. Ho sperimentato in prima persona i risultati di come varie lampadine a LED e alcuni apparecchi di illuminazione che driver + LED reagiscono al controllo di un dimmer. In molti casi ho virato dall’usare un dimmer intelligente a favore dell’uso di un interruttore on/off intelligente per i motivi sopra menzionati. Ho anche sperimentato alcune lampadine a LED che emettevano un rumore distinto quando azionate in condizioni di scarsa luminosità e quindi ho sostituito quelle con lampadine a LED più recenti che avevano una migliore compatibilità con la luminosità. (Quest’ultimo si è verificato perché alcune posizioni dell’illuminazione sono state modificate con lampadine a LED alcuni anni fa, quando erano in uso i normali interruttori a levetta manuali e le lampadine precedenti non erano compatibili con la luminosità).E infine in alcuni apparecchi di illuminazione in cui sono presenti più lampadine a basso wattaggio la decisione è di rimanere con lampadine a incandescenza a causa del desiderio che tutte le lampadine mostrino un comportamento uniforme quando l’alimentazione a quell’apparecchio è controllata da un dimmer. Non ho ancora affrontato due apparecchi multilampada che utilizzano lampadine alogene. Funzionano bene con i dimmer intelligenti, ma alla fine vorrò provare a convertirli in LED a risparmio energetico. Potrei pensare di dover sostituire l’apparecchio se finisco per avere problemi con più lampadine di ricambio alogene->LED parallele. In tal caso, la soluzione più praticabile sarà probabilmente un nuovo apparecchio che utilizzi più LED a bassa tensione provenienti da un unico driver.


Risposta 2, autorità 50%

La risposta è stata una pessima zavorra. Una volta cambiata la luce incriminata, compreso il reattore, l’apparecchio funziona come previsto senza ritardi e senza problemi di attenuazione.