Linea-neutro vs Linea-Linea stessa tensione

Ho un cavo a 3 conduttori (Linea 1, Linea 2, terra) (240 V) che va a un trasformatore riduttore per ottenere 120 V. Poiché l’uscita del trasformatore è di 120 V tra la linea 1 e la linea 2 e non è presente il neutro, ciò influisce sui tipi di dispositivi che possono essere collegati? Spero di averlo spiegato abbastanza chiaramente…


Risposta 1, autorità 100%

Hai detto “trasformatore step-down”, non “trasformatore di isolamento”.

I trasformatori step-down comunemente disponibili sono autotrasformatori. Ciò significa che hanno solo un avvolgimento primario, nessun secondario. 120 V viene prelevato dal rubinetto centrale. 240 V vengono applicati ai rubinetti superiore e inferiore e 120 V vengono prelevati dai rubinetti centrale e inferiore.

Ora, in genere il tocco in basso è considerato “neutro”. Ma nello stile nordamericano (e nelle Filippine) alimentazione a 240 V, entrambe le gambe a 240 V non sono affatto vicine al neutro, per essere più precisi, sono a ~120 V dal neutro. Ciò significa che il tocco centrale di questo trasformatore sarà “da qualche parte vicino a terra (e dove sarebbe il neutro)”, ma non abbastanza vicino da collegarli insieme– e comunque, ciò violerebbe il sacrosanta regola Only One Ground Bond.

Nota che il rubinetto inferioreè “considerato neutro” in questi trasformatori step-down, ma il rubinetto medioè in realtà quello vicino a terra. Quindi la polarità sarebbe opposta a quella che ti aspetteresti, e mi aspetterei che si accenda “Hot-Neutral Reverse” su un tester a 8 palline magiche (questo è più o meno vero).

Il risultato è che dovresti usare dispositivi a doppio isolamento, a cui non importa che nessuno dei due fili sia neutro.

Se si desidera eseguire questa operazione correttamente, è necessario utilizzare un trasformatore di isolamento, trattare l’uscita del suo secondario come un servizio principaleseparato … stabilire la terra tramite picchetti di messa a terra locali e scegliere un filo di uscita per il collegamento equipotenziale a terra (per evitare fluttuazioni). Il suo nome sarebbe Neutrale.


Risposta 2, autorità 100%

Supponendo che tu abbia un trasformatore tradizionale isolato con avvolgimenti primari e secondari separati, l’uscita del tuo trasformatore come attualmente configurata è flottante, il che significa che mentre ci sono 120 V tra la linea 1 e la linea 2, la tensione da uno di quelli a terra potrebbe essere qualsiasi cosa e può cambiare nel tempo. Se vuoi renderla una configurazione calda/neutra tradizionale, puoi collegare a terra una delle due linee di uscita. Se lo stai cablando come ingresso in un pannello dell’interruttore, crea il collegamento lì – questo lo rende un pannello di servizio principale, da un servizio derivato separatamente, piuttosto che un pannello secondario. Il cavo legato diventa quindi il tuo neutro e l’altro è il tuo 120 V caldo.

Se invece il tuo trasformatore è davvero un autotrasformatore, dove gli avvolgimenti primario e secondario sono in realtà la stessa cosa, allora non puoi mettere a terra una delle uscite. In questo caso, la tensione non è fluttuante, ma dove si trova esattamente dipende dalla costruzione del trasformatore. Consiglierei di misurare da ciascuno dei conduttori caldi a terra per vedere se uno di essi è già a 0 V, o se sono ciascuno a circa 60 V da terra o qualcos’altro.

Per verificare se si tratta di un autotrasformatore o di un normale trasformatore, controlla se c’è continuità tra gli avvolgimenti primari (ingresso) e secondari (uscita). Se c’è, allora è un autotrasformatore.