L’addolcitore fa scattare la valvola TPR

Di recente si è trasferito in questo luogo dove il precedente proprietario aveva messo l’addolcitore in bypass. Ho ricondizionato il tutto, nuove guarnizioni, pulito il serbatoio della salamoia, nuovo sale…
Giunto il momento di agganciarlo, incrociando le dita dei piedi con grande trepidazione ho scattato la tangenziale e ho iniziato una ricarica manuale. Tutto stava andando bene, l’addolcitore mandava acqua allo scarico e prendeva salamoia dal serbatoio quando all’improvviso KABOOOOOSHKAAAAA! La valvola TPR sull’hwc è esplosa! Acqua ovunque.
Mi sono cambiato i pantaloncini, ho passato il motorino, ho rimesso l’addolcitore in bypass e tutto sembra di nuovo a posto, ma voglio davvero usare questo addolcitore d’acqua.
qualche idea? Sospetto che sia stato un colpo d’ariete, forse l’aria nel serbatoio della resina è stata espulsa… chissà… ma non posso fare in modo che accada una volta alla settimana alle 2 del mattino.
Posso far passare un tubo dal tubo TPR allo scarico?
Grazie molto.


Risposta 1, autorità 100%

Affrontare quel fastidioso bisogno di… espandersi

Il tuo problema è che l’acqua in uno scaldabagno si espande mentre viene riscaldata. Questa contropressione viene normalmente assorbita dalla rete idrica cittadina senza problemi, poiché l’acqua nel riscaldatore è ancora potabile (potabile) e la maggior parte delle case non ha nulla nella linea di alimentazione dell’acqua che possa bloccare questo riflusso di acqua.

Tuttavia, alcune case hanno un dispositivo sul lato freddo dello scaldabagno che blocca questa contropressione, almeno in parte. Mentre il solito colpevole è quello che viene chiamato valvola di riduzione della pressioneo PRV, e anche i dispositivi noti come disconnettorepongono questo problema una volta installati, nel tuo caso, il comportamento è causato dall’addolcitore che chiude la sua valvola di scarico durante il processo di rigenerazione. Senza un posto dove andare, l’acqua nel serbatoio aumenta la pressione mentre viene riscaldata e alla fine la valvola T&P sullo scaldabagno lascia andare per scaricare questa pressione in eccesso nello scarico.

La soluzione del problema richiede l’aggiunta di un vaso di espansionetra l’addolcitore e lo scaldabagno. Ciò fornisce un posto per il volume extra occupato dall’acqua riscaldata, mitigando così il cambiamento di pressione e impedendo l’apertura della valvola di sfogo dello scaldabagno durante il processo.

Mentre stai riparando questo impianto idraulico…

C’è un’altra soluzione che devi apportare al tuo scaldabagno mentre stai rifacendo l’impianto idraulico. Poiché l’acqua addolcita è stata collegata al riscaldatore, che è altamente conduttivo, l’asta anodicaprotettiva del riscaldatore (anodo sacrificale) non durerà a lungo, poiché la conduttività aggiuntiva dell’acqua rende l’asta eccessivamente attiva. E una volta che l’asta se ne va, non c’è nulla tra il serbatoio del tuo scaldabagno e la ruggine che si trasforma in una gigantesca perdita; mentre i tipici serbatoi per scaldabagni residenziali hanno un sottile rivestimento in porcellana-vetro che funge da protezione primaria contro la corrosione, si prevede che questo rivestimento abbia dei difetti che consentano all’acqua l’accesso diretto all’acciaio del serbatoio.

Questo problema viene risolto rimuovendo l’asta dell’anodo dal serbatoio e installando un anodo alimentatoal suo posto. Invece di formare una cella galvanica tra l’acciaio del serbatoio e l’asta dell’anodo con l’acqua come elettrolita per evitare che il serbatoio si arrugginisca, l’anodo alimentato converte 120 V CA in una piccola corrente a bassa tensione che viene impressionataem>sull’acciaio del serbatoio (è una versione domestica di qualcosa chiamato protezione catodica a corrente impressanell’industria), opponendosi così alle normali celle galvaniche che guidano il processo di corrosione e mantenendo intatto l’acciaio del serbatoio per tutto il tempo viene applicata potenza, indipendentemente dalla conducibilità dell’acqua.

Come trovarne uno? Gli anodi alimentati sono disponibili attraverso una varietà di fonti; Amazon ha il kit Corro-Protecdisponibile per poco più di $ 100, mentre il tuo il fornitore potrebbe avere a disposizione i kit Corro-Protec o Ceranode; se quelli non funzionano, puoi ottenere anodi alimentati tramite Salvataggio scaldabagno. Se hai un A.O. Scaldabagno fabbricato da Smith, ed è ancora sotto la garanzia di fabbrica, è possibile ottenere un kit di anodo alimentato da A.O. Smith (numero parte 100305721) che garantisce di non invalidare nemmeno la garanzia residua sul riscaldatore.

Nel caso in cui il riscaldatore sia già acceso

C’è la possibilità, ovviamente, che il tuo scaldabagno abbia problemi più grandi del bisogno dell’aiuto di un semplice vaso di espansione. Alcuni tipi di errori estraggono gli anodi dagli scaldabagni usati sull’acqua addolcita, e questo porta a una vita molto breve per detto scaldabagno prima che muoia disordinatamente dall’interno verso l’esterno. Potrebbe anche accadere che il riscaldatore esistente sia al termine della sua vita naturale e necessiti comunque di essere sostituito.

In entrambi i casi, consiglierei di rivolgersi a un A.O. Scaldabagno fabbricato da Smith con uno dei suddetti kit di anodi alimentati montati per il tuo riscaldatore sostitutivo se desideri rimanere con un tradizionale serbatoio rivestito di vetro o cercare piuttosto alternative ai serbatoi rivestiti di vetro. I serbatoi in acciaio inossidabile sono un’opzione abbastanza popolare, ma prestare una certa attenzione nella selezione dei materiali, specialmente in acqua con un alto contenuto di cloruro, a causa di problemi con le cricche da tensocorrosione nei gradi più comuni di acciaio inossidabile. Ci sono anche serbatoi per scaldabagno rivestiti in cemento, se l’acciaio inossidabile non è un’opzione nel tuo caso; tuttavia, sono più difficili da trovare rispetto ai riscaldatori per serbatoi in acciaio inossidabile. Infine, se stai sostituendo uno scaldabagno elettrico, Rheem realizza uno scaldabagno elettrico con serbatoio polimerico chiamato Marathon che non ha alcun problema di corrosione.