Installare una nuova vasca che presenta crepe?

prima domanda qui. Stiamo facendo ristrutturare un bagno. La prima vasca che è stata consegnata aveva un’enorme crepa, quindi abbiamo chiesto una sostituzione. Il secondo ha impiegato 2 settimane per arrivare. Ha due piccole crepe nell’angolo. Uno sembra essere (scarsamente) ricoperto di intonaco.

Siamo pronti a rispedirlo indietro e chiedere un’altra sostituzione, sapendo benissimo che questo ritarderà ulteriormente il nostro progetto. C’è un universo in cui lo installeremo invece? Quali sarebbero i rischi di farlo?

inserisci qui la descrizione dell'immagine


Risposta 1, autorità 100%

Le domande chiave sono:

  1. È garantito? Per quanto? Sei disposto ad accettare la responsabilità per il fallimento dopo tale periodo (o dopo che l’azienda ha chiuso i battenti)?

  2. La garanzia copre le spese di sostituzione? Scommetterei di no. Il problema è evidente.

Non farlo a meno che tu non abbia alternative pratiche o non sia stato compensato in anticipo per i potenziali costi.


Risposta 2, autorità 87%

Lo rispedirei indietro e di sicuro non riacquisterei quel tipo di vasca. Se le vaschette si rompono durante il processo di spedizione, non mi fiderei che rimangano in un unico pezzo quando c’è un sacco di peso e acqua in esse.

Voglio dire che non ci penserei nemmeno. Ho avuto vasche incrinate che sono venute da me per nuovi bagni e non ho mai pensato di prenderne uno nuovo. Voglio dire, prendi le tue vasche di ghisa che trovi in ​​molte vecchie case e non le rompi senza un martello. Non c’è modo di fare tutti quei lavori di idraulica, piastrelle, impermeabilizzazione e tutto il resto e risparmiare su una vasca che avrà problemi e una palla di neve in un progetto molto più grande quando si rompe.


Risposta 3, autorità 13%

Prendine uno in acciaio smaltato.

Uno nella foto sembra una vasca in acrilico e queste sembrano essere piuttosto fragili (e costose). Il buon vecchio acciaio smaltato è più durevole e più facile da sostituire: non ha nemmeno bisogno di supporti fantasiosi.
Se stai cercando la sensazione “non così fredda al tatto” della vasca in acrilico, puoi mettere quella in acciaio in un supporto dedicato in polistirolo, in modo che mantenga l’acqua calda più a lungo. Non è caldo come l’acrilico, ma sopportabile.

Esperienza: la prima vasca in acrilico si è rotta, la seconda presentava brutti graffi, che il produttore ha rimosso creando un’altraserie di graffi. A questo punto il venditore ha rinunciato e ha restituito i soldi. Acquistato normale acciaio smaltato per una frazione del prezzo.

[Ricorda che, a seconda del codice locale, la vasca d’acciaio potrebbe richiedere un cavo di messa a terra.]