Il cavo THHN in rame n. 2 sarà sufficiente per passare al pannello secondario?

Ho un pannello principale da 200 Amp. Ho una dependance a 150 piedi di distanza in cui devo installare un sottopannello.

Ho proposto di installare un pannello secondario da 200 amp, quindi se in futuro dovessimo scegliere di prendere un contatore separato per la stalla e aumentare l’alimentazione.

Avrò due interruttori da 50 ampere nella parte principale che alimentano il pannello secondario. Non ho attrezzature pesanti nella stalla, solo 2 apriporta, luci a LED e prese per attrezzi manuali.


Risposta 1, autorità 100%

Prima alcune note

Come probabilmente saprai, l’alimentazione nordamericana è a fase divisa: è a 240 V con il neutro al centro, che fornisce 2 poliopposti o gambe di 120 V. Quindi, se questo ha un interruttore da 50 A, significa che hai 120 V a 50 A su una gamba e 120 V a 50 A sull’altra gamba.

Quindi vale 50 A di 240 V… ma 100 A di 120 V.

A proposito, presumo che tu abbia uninterruttore che è il doppio della larghezza normale di un interruttore. Assomiglia molto a 2 interruttori le cui maniglie sono legate, ma in realtà è un interruttore e ha un meccanismo interno di “sgancio comune” necessario per questa applicazione. Quindi deve essere 1 interruttore, non 2 a sandwich.

Caduta di tensione e selezione del filo

Il massimo che puoi pianificareutilizzare è l’80% del viaggio dell’interruttore. Quindi con un interruttore da 50 A potresti pianificare di utilizzare solo 40 A. Le tue esigenze sono molto inferiori, dato che, dopotutto, stiamo parlando di due gambedi 120V @ 40A ciascuna. Quindi calcoliamo su 40A.

Calcolando per 40 A a 240 V, utilizzando il filo di rame n. 6 si ottiene una caduta di tensione del 2,21%. Il filo di alluminio n. 4 fornisce una caduta di tensione del 2,29%. Entrambi sono estremamente accettabili; anche il venditore di fili considera questi numeri davvero buoni.

Onestamente, normalmente non mi preoccupo nemmeno di fare i calcoli fino a quando non è più lontano di 180 piedi.

Gli elettricisti professionisti che cablano le proprie case userebbero l’alluminio. Ci sono alcuni discorsi spaventosi sull’alluminio là fuori, ma si applicava a un errore negli anni ’60 nel tentativo di ridimensionare la lega di alluminio della linea elettrica per l’uso su piccoli circuiti (15-20 A) in relazione a come il filo era atterrato su capicorda (terminali a vite e pugnali posteriori ). Le terminazioni in alluminio devono essere gestite con più attenzione, ma farlo in sicurezza è semplicissimo con un grande feeder come questo. Anche l’alimentatore in alluminio degli anni ’60 è considerato sicuro; le novità sono fantastiche.

Comunque, le alette del pannello stesse sono in alluminio, perché le alette in alluminio sono il donatore universale: funzionano bene sia con il filo di rame che con il filo di alluminio. (che fornisce un suggerimento sull’origine del problema di cui sopra).

Il rame n. 2 sarebbe follemente eccessivo. Non comprare il rame n. 2. Se hai già una bobina da 450 piedi di rame n. 2 in giro, vendila su eBay e usa partedei profitti per acquistare tutto il filo di cui avresti bisogno. Metti in tasca il resto.

L’alluminio n. 4 che consiglio è circa 1/7 del costo del rame n. 2, ad es. l’alluminio costa $ 150 USA contro $ 1000+.

Se vuoi davvero spendere così tanto per il filo, il rame n. 2 è una cattiva scelta perché stai dividendo l’interruttore. È troppo grande per i tuoi “pochi punti vendita” e troppo piccolo per trasportare l’intero servizio da 200 A dal garage alla casa. Se hai mai invertito il flusso in modo che il servizio sia arrivato in garage, dovresti sostituire tutto quel n. 2.

Se il tuo obiettivo è quello di inserire “l’ultimo” filo una volta, e non scavare mai più, allora ti consigliamo condottoper la parte “mai più trincea”… ma a parte questo, lo farei stendere 250 kcmil di alluminio. Va bene per il servizio a 225 A, gestirà 200 A senza preoccuparsi di problemi di caduta di tensione ed è ancora molto meno del rame n. 2.


Risposta 2, autorità 50%

Non avere una paura inappropriata del filo di alluminio ti farà risparmiare denaro. Per alimentatori di grandi dimensioni, l’alluminio è sicuro e affidabile – infatti, i capicorda a cui si collegano i fili sono in alluminio. Il “cablaggio in alluminio spaventoso” di un tempo è una lega particolare che normalmente non troverai nei cablaggi oggi, e principalmente un problema con il cablaggio domestico da 15 e 20 A, non con i circuiti di alimentazione di grandi dimensioni.

Prestando attenzione all’amperaggio di alimentazione proposto (50 A) e ai carichi (come descritto, molto inferiori a 50 A), la dimensione del pannello che stai alimentando (200 A) non entra in gioco per il dimensionamento di questo filo.

L’amperaggio dell’interruttore di alimentazione imposta una dimensione minima del filo. La distanza entrerebbe in gioco se mettessi a dura prova quell’interruttore di alimentazione, ma due apriporta e alcuni utensili manuali non lo caricheranno affatto e, a meno che tu non stia illuminando uno stadio, le luci a LED difficilmente si registreranno.

Scegliendo in modo prudente dalla colonna 60C poiché non so come proponete di cablarlo, l’alluminio 4AWG sarebbe perfettamente adeguato per il servizio 50A e avrà anche una bassa caduta di tensione anche se a pieno carico.


Risposta 3, autorità 25%

A quella distanza correrei l’alluminio.
l’alimentatore in alluminio va bene per la maggior parte delle cose e significativamente meno costoso.

Il tuo carico è massimo a 95 ampere con il rame n. 2, ma passando all’alluminio di solito saltiamo di una taglia o 2.

a 1 awg di alluminio sei buono per 100 ampere, al di sotto di 100 ampere / 1 awg il codice richiede l’utilizzo della tabella dei 60 gradi.

Con l’alluminio n. 1 a 100 ampere, la caduta di tensione sarà solo dell’1,86%, quindi faresti bene a fare tutto il giro per un subwoofer completo da 100 ampere.

Il codice 2020 richiede una disconnessione al contatore, ma ci sono molti stati che non sono ancora presenti nel codice 2020, se non mai.