Ho bisogno sia della presa GFCI che dell’interruttore GFCI?

Quando si cablano nuove costruzioni o ristrutturazioni per un bagno o una cucina, è determinato che sono necessarie prese GFCI in aree soggette a umidità. Ma hai bisogno di un interruttore GFCI più prese GFCI sullo stesso circuito? Non sarebbe l’ideale avere un interruttore AFCI con prese GFCI per avere entrambe le forme di protezione?


Risposta 1, autorità 100%

L’uno o l’altro, non entrambi. A seconda del codice adottato, potresti anche aver bisogno della protezione AFCI, che è meglio fare all’interruttore.

GFCI è praticamente lo stesso per scopi pratici sia sull’interruttore che sul primo dispositivo, fatta eccezione per circostanze speciali come un cavo interrato.

NON sono necessari più GFCI su un circuito: basta creare un GFCI come PRIMO dispositivo e quindi collegare il resto dei dispositivi dai suoi terminali LOAD che proteggeranno il resto dei dispositivi sul circuito. Segui attentamente le istruzioni per il cablaggio della linea e del carico sul GFCI e posiziona le etichette protetto da GFCIsulle uscite/dispositivi rimanenti.


Risposta 2, autorità 100%

Per nuovi circuiti o ristrutturazioni, metti la protezione AFCI sull’interruttore o nessuna. L’unica eccezione è se il percorso dal pannello alla prima presa è in condotto metallico o 2″ di cemento. AFCI protegge il cablaggio nelle pareti.

Per GFCI la protezione può essere ovunque lungo la linea tra l’interruttore e la prima presa che necessita di protezione, purché i terminali LOAD siano utilizzati per proteggere il resto del circuito.

Se si desidera inserire le prese GFCI pluralesu un circuito, non utilizzare affatto i terminali LOAD. Lasciali coperti dal nastro di avvertenza. Questo può sembrare uno spreco di dispositivi GFCI, ma alcune persone lo trovano desiderabile, quindi il ripristino GFCI è proprio lì; e inoltre ti consente di selezionare quali prese downline sono GFCI e quali no, quindi puoi omettere GFCI dove fa più male che bene, ad esempio frigoriferi, centrali antincendio, sistemi radon ecc.


Risposta 3

No, non sarebbe meglio avere l’AFCI
con GFCI. Se il circuito deve essere protetto da gfi, utilizzando l’interruttore gfci non è necessario disporre anche di una presa gfci. Le prese Gfci sono più costose delle prese standard, quindi se il circuito è già sull’interruttore gfci, utilizzare semplicemente le prese standard. Il codice ora richiede che qualsiasi circuito non protetto da gfi sia su un interruttore di guasto dell’arco nelle applicazioni residenziali, quindi, a seconda di quanto recentemente è stata cablata la casa, potrebbe essere installato un pannello protetto e possono essere utilizzati dispositivi normali. Gli interruttori di guasto dell’arco non sono solo per i cavi in ​​una parete. Tutto ciò che provoca un arco farà scattare l’interruttore, quindi se colleghi qualcosa con un motore come un aspirapolvere o se qualcuno dovesse tagliare i fili su un circuito sotto tensione, scatterebbe e non farà esplodere le tue pinze. Se tagli tutti e tre i fili contemporaneamente su un circuito attivo protetto da AFCI, probabilmente non ti accorgeresti che era caldo. Se lo fai su un circuito non protetto, lo saprai e molto probabilmente trasformerai anche le tue pinze in spogliarelliste.