È sicuro impostare il serbatoio del mio scaldabagno in vacanza durante l’inverno? Cos’altro posso disattivare per risparmiare sulla bolletta del riscaldamento durante l’inverno?

È sicuro impostare il serbatoio del mio scaldabagno in vacanza durante l’inverno perché sono per lo più lontano da casa mia? Vivo in Canada.

Cos’altro posso disattivare per risparmiare sulle bollette del riscaldamento durante l’inverno quando sono fuori casa?


Risposta 1, autorità 100%

Prima di tutto dovresti chiudere l’acqua di casa e lo scaldabagno. Ho avuto un tubo scoppiato nella mia casa di vacanza perché la corrente è venuta a mancare, ha fatto molto freddo e i tubi si sono congelati. Quando l’alimentazione è tornata e ha sciolto l’acqua gelata nei tubi, c’era un tubo gravemente rotto che ha causato un sacco di danni. Se hai un impianto idraulico pex che non si applica, ma se è in rame o acciaio, sei a rischio. Anche se aveste un tubo di metallo congelato e scoppiato, quando tornaste indietro e apriste l’acqua, probabilmente sarebbe immediatamente ovvio che avevi un tubo scoppiato che potresti affrontare immediatamente, mitigando ulteriori danni.

Vorrei anche impostare il sistema di riscaldamento (non sono sicuro di quello che hai, quindi prendilo con le pinze) a circa 45 F. È abbastanza alto da tenere sotto controllo l’umidità, ma non dovrebbe essere troppo costoso.


Risposta 2, autorità 33%

Dipende. Se stai chiudendo completamente la tua casa, devi svuotare tutti i tubi, mettere l’antigelo in tutte le trappole e così via.

modifica
Sulla base della discussione nei commenti sotto la risposta di George, aggiungerò che la scelta dipende da quanto tempo starai via. Se hai intenzione di venire ogni due settimane circa, non ha davvero senso fare uno scarico completo (ma è saggio tagliare la valvola della sorgente principale; o spegnere la pompa se questa è la fonte). Ma se si tratta di un arresto per l’intera stagione, sono d’accordo con il prosciugamento del sistema. Del resto, per sicurezza, scollega qualsiasi elemento elettrico in grado di generare calore (tostapane, caffettiera, ecc.).

Tuttavia, se mantieni in funzione l’impianto di riscaldamento e verifichi che la temperatura in tutte le posizioni dei tubi rimanga al di sopra di circa 5 gradi C, non c’è alcun motivo per lasciare acceso lo scaldabagno. I rischi sono gli stessi per i tubi dell’acqua calda e quelli dell’acqua fredda quando non si scarica l’impianto.

A proposito, consiglio vivamente almeno un termostato connesso a Internet, che invierà un’e-mail a te o a una società di servizi locale se la temperatura della casa scende al di sotto di un livello di avviso. Potresti andare oltre e installare sensori di umidità collegati a Internet (o allarmi) per verificare la presenza di possibili perdite di tubi in posizioni standard come l’ingresso in casa o dove i tubi entrano nelle cavità delle pareti esterne.