Devo rimuovere e reinstallare una Jacuzzi/vasca idromassaggio quando si sostituisce il rivestimento intorno ad essa con piastrelle?

Ho una grande vasca idromassaggio/vasca idromassaggio nella mia suite matrimoniale che attualmente ha una cornice interamente in legno. Nell’ambito di una ristrutturazione voglio sbarazzarmi del rivestimento in legno (finalmente in parte), impermeabilizzarlo tutt’intorno e piastrellarlo.

Anche se potrei impermeabilizzarlo/piastrellarlo intorno con esso in posizione, c’è pochissimo spazio tra la vasca e le pareti, quindi temo che avrò difficoltà ad entrarci e vorrei potenzialmente sostituire il tubazioni, getti, pompa, ecc. poiché hanno tutti 30 anni o giù di lì e mi dispiacerebbe dover strappare tutto in caso di perdita lungo la linea (è una preoccupazione legittima?).

  • È possibile e ne varrebbe la pena rimuovere la vasca, impermeabilizzare/rivestire e poi reinstallarla? So che durante l’installazione c’è un tipo di cemento colato sotto per aiutare a posizionarlo meglio e prevenire le vibrazioni: sarebbe necessario rifare tutto o può essere semplicemente riposto sopra il materiale colato esistente?

  • Se è meglio lasciare la vasca in posizione: dovrei preoccuparmi che i getti/le tubazioni non accessibili dal pannello di accesso anteriore potrebbero perdere in futuro?

  • Se è meglio lasciare la vasca in posizione: la vasca è attualmente posizionata sopra i pezzi di legno orizzontali “decorativi” (vedi foto) – dovrei semplicemente attaccare una tavola di supporto a quelli, impermeabile e piastrellare sopra di quello O dovrei tagliarli in qualche modo e sostituirli con backerboard? In questo video https://www.youtube.com/watch?v=gVgCGy7N63ssembrano attaccare la scheda di supporto direttamente all’inquadratura.

La vasca
Spazio residuoDiritto di liquidazioneParte superiore dello spazio vuotoMisure di spazio libero


Risposta 1, autorità 100%

Come ho detto in un commento, questa è in gran parte una questione di preferenze personali, risorse disponibili, ecc. Quello che vorreifare è rimuovere la vasca. Non posso dire se è quello che finirei per fare. Il mio ragionamento:

  • Le piastrelle del ponte dovrebbero davvero estendersi sotto la flangia della vasca. Non avrà un bell’aspetto se devi sistemare delle piastrelle intorno ad esso e stuccarlo, anche se lo sigilla. Un bordo pulito e sovrapposto ha l’aspetto migliore.
  • Pertanto, il supporto dovrebbe estendersi anche sotto la flangia della vasca e il rivestimento in legno massiccio dovrebbe essere rimosso.
  • Come hai affermato, l’impianto idraulico piuttosto vecchio dovrebbe essere aggiornato. È meglio farlo con la vasca fuori e le connessioni e lo spazio più accessibili.
  • La vasca è meno soggetta a danni durante la piastrellatura se è fuori mano. Potresti sicuramente proteggerlo con cartone e coperte, ma anche in questo caso sono possibili graffi e scheggiature.

Nota che la vasca in realtà non poggia sulla sua flangia. Non è progettato per trasportare peso. Avrai bisogno di una buona pianificazione e possibilmente di spessorare la base della vasca per soddisfare l’altezza della piastrella.


Risposta 2, autorità 33%

Con il bagno così vecchio, se hai intenzione di fare qualcosa, sarebbe meglio rimuovere tutto e ricominciare da zero. Probabilmente riutilizzare la vasca esistente va bene, ma devi guardarla da vicino da tutte le angolazioni e decidere una volta che è fuori. Ad esempio, potresti decidere di non voler più lo stile di una vasca da bagno: tali decisioni sono molto più facili da prendere quando c’è una tabula rasa mentale supportata da una tabula rasa fisica.

Lo spazio tra la flangia della vasca e le pareti verticali è estremamente difficile da calafatare correttamente e da mantenere. O non vuoi alcuno spazio vuoto e la parete verticale si interfaccia con la superficie orizzontale della flangia, oppure hai un’area piatta all’esterno della flangia abbastanza larga da essere utile per qualcos’altro oltre a un semplice luogo per l’acqua in piscina e potenzialmente fuoriuscire e causare danni. Il calafataggio di spazi così stretti richiede un beccuccio personalizzato per il tubo del calafataggio: un pezzo di tubo semirigido o una parte stampata in 3D. Non è possibile fare un buon lavoro semplicemente usando il beccuccio dritto di una cartuccia di mastice.

Data l’età della vasca e il fatto che il legno non abbia subito danni causati dall’acqua, direi che o questa vasca è stata utilizzata molto poco, oppure le persone che la utilizzavano hanno trascorso dozzine di ore della loro vita (in totale, accumulate su decenni) rimuovere acqua e sporcizia dal varco: uno sforzo lodevole, ma sicuramente da esaminare alla luce del corollario di dover dedicare ore di vita insostituibili a un tale compito. Ad alcune persone piace tenere le cose pulite e può anche essere rilassante, quindi sono ben lungi dall’emettere ammonizioni generali, ma è qualcosa a cui pensare con certezza e prendere una decisione consapevole.