Come posso unire il legno trattato a pressione 2×6 per una base a capannone?

Sto creando una struttura in legno per il mio capanno Suncast Sierra. Ho già valutato i pro ei contro di ciascuna opzione per una base e sono uscito con una struttura in legno come la più economica con tutti i fattori considerati. Detto questo, sto seguendo lo schema della documentazione allegata di seguito:

inserisci qui la descrizione dell'immagine

Ho acquistato tutto il legno trattato a pressione e lo taglierò presto, tuttavia non ho mai costruito nulla, nemmeno all’esterno. Qual è il metodo migliore per collegare queste schede 2×6 nello schema descritto sopra?

Se chiodi o viti direttamente tra loro, qual è la dimensione ideale (ho acquistato 3 pollici di pressione trattati in precedenza, ma ho pensato che avrei dovuto chiedere in modo da non scheggiare il legno se la dimensione è eccessiva). So che ci sono giunti a L che potrebbero essere usati, quindi forse è l’opzione ideale? (Anche in questo caso, qual è la lunghezza ideale per le viti e la dimensione per il giunto/preferibilmente il termine effettivo del prodotto, quindi posso chiederle).

Devo anche preforare i fori o devo fare bene anche solo trapanandoli direttamente con la vite?


Risposta 1, autorità 100%

Questo dovrebbe essere un buon progetto di partenza, ecco alcuni suggerimenti che ho raccolto nel corso degli anni:

  • Anche il legno trattato a pressione si deteriorerà nel tempo se esposto o a diretto contatto con il suolo/l’umidità. Fai il possibile per proteggerlo dalle intemperie e sollevarlo dal terreno. Utilizzare una barriera contro l’umidità tra legno e cemento.
  • Assicurati di livellare perfettamente l’area che stai localizzando.
  • Assicurati che i tagli siano dritti, preferibilmente usando un quadrato per segnare le linee.
  • Misura due volte, taglia una volta.
  • Cerca la direzione in cui si piega il legno, segna il lato piegato sul legno e posiziona tutto il legno con il lato piegato verso l’alto. Non vuoi che il pavimento sia ondulato o che abbia un avvallamento al centro per raccogliere acqua/sporcizia.
  • Assembla prima i sottoassiemi, infilando i tuoi chiodi/viti dal lato dei travetti nei distanziatori.
  • Assicurati che tutte le connessioni rimangano perfettamente verticali poiché perdono la loro forza quando iniziano a ribaltarsi. Puoi usare un morsetto per fare leva e srotolare un travetto deformato, ma se l’ordito è troppo significativo, lo taglierei in pezzi per i distanziatori corti.
  • Preforare quando ci si trova entro 2″ dall’estremità di una tavola e si entra dal lato (ad es. tutti i chiodi/viti del sottogruppo e i 4 angoli). A parte questo, è possibile evitare la pre-foratura perforazione, ma può aiutarti a mantenere una linea retta se questa è la tua prima costruzione.
  • Le staffe metalliche per appendere i travetti ti daranno una connessione più forte. Dovrebbero includere le indicazioni per il tipo di elementi di fissaggio, che saranno probabilmente chiodi più corti ma molto spessi.
  • I chiodi avranno una maggiore resistenza al taglio, ma le viti avranno meno probabilità di staccarsi. Se hai un sottopavimento sopra questo, che fissa tutto insieme, allora andrei con i chiodi. Mentirei se non dicessi che avrei inserito almeno alcune viti del ponte in ogni angolo.
  • 3 1/2″ è una buona lunghezza per qualsiasi chiodo/vite. Ottiene circa la metà del dispositivo di fissaggio in ogni pezzo di legno. In caso di dubbio, prendi un dispositivo di fissaggio più lungo/più spesso.
  • Qualsiasi chiodo o vite non trattato reagirà con le sostanze chimiche nel legname trattato a pressione e si corroderà rapidamente. I chiodi zincati a caldo o le viti del ponte trattate dovrebbero andare bene, ma controlla l’etichetta sulla scatola per assicurarti che funzioni con i prodotti chimici nel tuo legname.
  • Per ogni giunto, un 2×4 richiederebbe 2 chiodi, un 2×6 ne richiederebbe 3, ecc. Stai a circa 1 pollice di distanza dal bordo della tavola e distanzia i chiodi a circa 1 1/2″ – 2″ l’uno dall’altro.