Come individuare una disconnessione nel cablaggio elettrico?

Disclaimer: qui alla ricerca di cannucce, pienamente consapevole che una soluzione facile è improbabile e potrei finire per dover ripercorrere i fili che comporteranno l’apertura dei muri.

Di recente ci siamo trasferiti in una casa costruita a metà degli anni ’70, abbiamo fatto una moderata ristrutturazione al piano superiore: abbiamo sostituito la moquette con legno duro, abbiamo sostituito le porte e le finiture. Ho assunto un appaltatore per fare il dipinto, poiché sarebbe troppo da gestire da solo (porte, finiture, porte dell’armadio, pareti, soffitti…) in 4 camere da letto e una scala. Quando l’equipaggio ha finito una settimana dopo, non c’è corrente in un angolo della casa (comprende la camera da letto principale, il bagno adiacente e una cabina armadio). C’era energia quando hanno iniziato e per diversi giorni nel lavoro.

Gli interruttori automatici non hanno aiutato.

Ora per i dettagli. C’erano alcune plafoniere che sono state rimosse dagli appaltatori. Niente sembra sbagliato lì, solo i tre fili: nero, bianco e terra. C’era un asse da stiro pieghevole a parete integrato nel muro, che aveva una presa elettrica incorporata per collegare il ferro. Questo è stato rimosso da me, lasciando un buco di circa 1 ‘per 4′ nel muro, i perni esposti. Ho tirato indietro il filo attraverso il foro praticato nel perno, ho terminato le estremità esposte e l’ho impacchettato ordinatamente dietro il perno. Parte delle specifiche del lavoro per l’appaltatore consisteva nel cartongesso dell’apertura, carteggiare e dipingere. Quando hanno iniziato la scorsa settimana, c’era ancora energia. Gli interruttori erano operativi e le luci si sarebbero accese. Ricordo di dover andare di sopra per spegnere la luce ogni sera dopo aver finito di lavorare. Lascerebbero semplicemente le luci accese. Ricordo che l’ultima volta che dovevo farlo era venerdì. Poi le cose si fanno un po’ confuse. Il lunedì o il martedì hanno tolto la plafoniera nella camera da letto principale e hanno rattoppato l’apertura nel muro più o meno alla stessa ora. Il bagno era vietato perché era nell’area isolata adiacente alla camera da letto principale, quindi non ho potuto testare lì, e la lampada in MB era sparita, quindi ovviamente non c’era luce. Nello stesso periodo hanno anche riparato l’angolo danneggiato dall’acqua nel soffitto della cabina armadio, un’altra area in cui i cavi potrebbero essere disturbati.

Più tardi la scorsa notte, dopo aver fatto il walk-through e pagato il saldo rimanente, ho notato che non c’era corrente in quell’angolo della casa. Ho contattato l’appaltatore, che era comprensivo, ma ha detto che nessuno dei suoi ragazzi ricordava di aver fatto qualcosa che potesse causare questo.

Sto valutando le mie opzioni. Ho testato prese elettriche e interruttori e ho confermato che non c’è tensione lì. L’ipotesi di lavoro è che un cavo sia scollegato o reciso da qualche parte. Il trucco è trovare questo posto. Ho il progetto originale per la casa che dovrebbe includere lo schema elettrico. Ma sono certo che non rifletta i cambiamenti più recenti introdotti a seguito del patchwork di lavori di ristrutturazione nel corso degli anni.

Si è tentati di aprire l’area del muro a secco per vedere se il problema è presente. Ma se mi sbaglio nei miei sospetti, ottengo un buco nel muro e un potenziale punto eliminato, con decine di piedi lineari di filo ancora nascosti. Intuitivamente, la soluzione dovrebbe essere quella di ripercorrere il cavo, trovare l’ultimo punto con tensione prima dell’area problematica e guardare lì. Almeno alcuni dei cavi corrono nel soffitto, a cui si può accedere attraverso la soffitta, se dovessi scavare strati di isolamento per esporli (non qualcosa che non vedo l’ora di fare). Un’altra idea è quella di utilizzare un tracciatore di filo nel muro per evitare di scavare l’isolamento in fibra di vetro in soffitta. Quali altre cose potrei provare prima di aprire quel muro?

Aggiornamento 1

Più tardi quel giorno, dopo il lavoro. Ho ricontrollato due luci in altre camere da letto che avevo installato in precedenza e ho trovato che tutto era in ordine. Ho iniziato a testare prese e interruttori con un tester (ne ho uno stravagante Hioki, misura tutto), ha confermato l’assenza di tensione (niente di nuovo qui). Poi ha iniziato a testare i cortometraggi. La seconda presa che ho misurato aveva un corto! L’uscita era proprio sotto il punto che era stato murato a secco prima. L’ho svitato e tirato fuori, ancora un po’ corto. Ho rimosso il ricettacolo e l’ho controllato – non corto. Ho controllato i cavi, ancora corti. C’era una giunzione di 3 cavi. Uno che serviva ad alimentare il ferro (che ho lasciato nel muro, era segnato con un pezzo di nastro adesivo che aveva scritto ‘IRON’). E altri due cavi, uno spesso rotondo nero a 4 fili e un cavo piatto bianco a 3 fili calibro 14 o 12. I bianchi ei neri erano collegati, tre ciascuno. C’era un corto. Ho scollegato tutto e ho scoperto che il cavo piatto bianco (ma non quello etichettato “IRON”) aveva ancora un cortocircuito tra il bianco e il nero. Ho segnato le estremità con pezzi di nastro isolante.

È stato allora che ho deciso di aprire il muro. Ho pensato, deve essere lì. Non so cosa mi aspettassi di vedere lì, forse una vite inserita in un cavo. Forse isolamento danneggiato… Quando ho aperto il muro tutto sembrava normale. Ho tirato fuori e mi sono liberato del pezzo di cavo etichettato ‘IRON’ (a quel punto non era collegato a nulla). Ho riprovato i fili che avevano un cortocircuito e ho scoperto che il corto non c’era più! Intendiamoci, ho controllato e ricontrollato molte volte. Ho concluso che era un cortocircuito intermittente attivato spostando il cavo. Sono sceso e ho messo l’interruttore su ON. Questa è un’altra cosa strana: l’interruttore del circuito non è mai scattato. Mi aspettavo di misurare 120V in uno dei due cavi rimanenti, quello piatto bianco o quello tondo nero. Niente. Ho pensato, forse il cavo è danneggiato in modo tale da avere un cortocircuito pur avendo anche la disconnessione interna. L’ho tagliato a circa 2′ dalla presa (quella parte sembrava avere dei graffi sull’isolamento) e l’ho aperto con un coltello per cartongesso. Nessun danno. Fondo in rame nero, bianco, avvolto nella carta… Tutto sembra intatto, nessun segno di danno.

Ecco cosa non torna:

  • Il corto avrebbe dovuto far scattare l’interruttore. Questo non è successo.
  • Non c’è corto ora. Girare l’interruttore non fa nulla. Ancora nessun potere.

Alcune ipotesi improbabili, per quanto folli:

  • È possibile che una parte del circuito non sia collegata all’interruttore?
  • È possibile che la corrente attraversi il filo di rame fuso corto calibro 12, trasformandolo in un fusibile, quindi ora c’è una vera disconnessione?
  • È possibile che ci sia un altro interruttore automatico o una scatola dei fusibili a me sconosciuta?

È ora di prendere quel filo tracciante e salire in soffitta?

Aggiornamento 2

Due giorni dopo. Potrei essere su qualcosa! Ho trovato una presa GFCI nascosta dietro un mobiletto sotto il lavandino, nelle immediate vicinanze dell’area in cui ho aperto il muro. Non avevo idea che ce ne fosse uno. Misuro 125 V sui terminali, ma premendo i pulsanti R o T non fa nulla (sono abituato alle prese GFCI che fanno un “clic” e spengono l’alimentazione, ma questo potrebbe essere vecchio/malfunzionante). È parzialmente coperto da compensato, che ho intenzione di ritagliare, così posso accedervi meglio. La presenza della presa GFCI potrebbe spiegare perché l’interruttore non è scattato.

Aggiornamento 3, post mortem

La causa principale è stata difettosa GFCI Outlet, che è stata scoperta molto più tardi nel processo di quanto avrei preferito. Apparentemente, i pittori in accento il circuito rimuovendo le luci del soffitto da un filo dal vivo, che ha causato il viaggiare la presa GFCI, che a sua volta è avvenuta malfunzionando. Inoltre, l’outlet GFCI è stato cablato: l’intera camera da letto e l’armadio walk-in sono stati cablati nel circuito “carico”. Dal momento che non vi è alcun motivo per avere la protezione GFCI su punti vendita e infissi senza accessi concepibili all’acqua, li ho ricavati direttamente nel circuito “linea” (un interruttore automatico è sufficiente per proteggersi da pantaloncini).

Ho finito con una parete aperta che richiederà un po ‘di lavoro da chiudere, ma sono felice che ho finito per aprirlo per due motivi:

    .

  • Questo mi ha permesso di rimuovere il filo dal vivo che ho lasciato nel muro a causa di negligenza e inesperienza.
  • I pittori hanno fatto un lavoro estremamente povero che chiudeva il muro. Hanno appena messo una specie di nastro adesivo sulle cuciture e spAckled su di esso. Questo ha prodotto una finitura molto irregolare e cospicui. Per non parlare, mancava di rigidità. Scusa, sto andando in una tangente, ma quando faccio mura di me stesso, riempio i lacune con fango, nastro sopra, aspetta di asciugare, spackle di nuovo, sabbia, vernice. Quindi è solido. L’uso del nastro adesivo all’interno di un muro sembra normale sbagliato, a meno che non sia un nuovo trucco del pittore che mi mancava.

Ho esteso il filo che ho tagliato mentre la risoluzione dei problemi (sul sospetto di averlo breve in esso), utilizzando un dispositivo che vendono a casa che vengono pubblicizzati come kit di rimozione della scatola elettrica. Immagine allegata. Mi sento a mio agio lasciarlo nel muro (supponi che non lo vendisse diversamente).


Risposta 1, Autorità 100%

Nella mia esperienza, è più probabile che un problema sia in una connessione da qualche parte rispetto a un filo completamente mozzato.

Inizio identificando quali punti vendita hanno potere o meno. Un semplice tester plug-in è un modo semplice per farlo (oltre a identificare alcuni modi comuni per middire).

Avanti, prendi i coperchi (ma non rimuovere le prese) e utilizzare un misuratore di tensione senza contatto per verificare se c’è alcuna alimentazione ai fili.

.

Sono effettivamente esitante a pubblicare questa immagine, ma non riuscivo a trovarne uno senza un idiota in possesso di una presa in diretta in mano. Non farlo. Questa persona è un piccolo errore lontano dall’elettrocuzione.

Speriamo che cosa troverai è che la potenza alla fine arriva in una ma non è collegata correttamente, e che continua da lì.

Controllare anche interruttori di luce e infissi.


.

vale anche nulla: se il tuo tester senza contatto emette un segnale acustico, ma il tester del plugin non mostra la potenza, questa è una buona indicazione c’è un problema con il neutro.


.

Dopo questo, se non è possibile identificare alcuna potenza in una presa non funzionante, è possibile controllare quelli di lavoro. Stai cercando specificamente per una disconnessione in un filo che sta alimentando il resto del circuito, così logicamente quelli più vicini ai circuiti morti sono più propensi a farlo.

È anche possibile che le connessioni vengono eseguite usando le treccine, e può ancora essere una connessione cattiva o errata, quindi vale la pena controllare anche questo:


.

Dopo aver esaurito tutto questo, è ora di iniziare a pensare a giunzioni nascoste e fili rotti. Se conosci una giunzione nascosta, non è solo illegale ma molto probabile avere un problema.

Probabilmente avrai una buona idea ora di cui i fili vanno dove, quindi se riesci a identificare l’alimentazione su un ricettacolo che probabilmente si alimenta a uno rotto, quindi puoi iniziare a provare a rintracciare il filo attraverso il muro (e questo è quando inizierai a aprire Drywall o salire attraverso l’attico).

Il tuo tester senza contatto (soprattutto se ne hai uno con una regolazione della sensibilità) potrebbe essere in grado di rintracciare il muro, ma in realtà è abbastanza difficile nella mia esperienza. Allo stesso modo i rilevatori di studi hanno spesso rilevamento della tensione, e questo potrebbe essere in grado di rintracciare il filo, ma di nuovo non è solo quello accurato.


.

Una cosa che potrebbe anche aiutare a identificare un filo rotto è controllare la continuità. Spegnere lo spegnimento e utilizzare una modalità multimetro in continuità (Ω). Test tra i recipienti: neutro a neutro, macinato a terra e caldo a caldo. Se ottieni continuità su uno o due di loro, ti darà almeno che c’è una connessione parziale e stai cercando una cattiva connessione o un cavo rotto. Suggerimento: utilizzare un cavo di prolunga collegato a un ricettacolo per testare due che sono più distanti rispetto ai cavi multimetro.

Dal momento che nel tuo caso hai detto che stava lavorando e non c’erano cambiamenti che dovrebbero far sì che si fermi, non sono sicuro che questo ti fornirà davvero alcuna informazione utile, ma ho pensato che valesse la pena di postare là.


Risposta 2, Autorità 33%

Se sei sicuro che è un filo mozzato (contro uno disconnesso), un misuratore di capacità potrebbe dirti dove è la pausa. Erano costosi, ma ora può essere avuto per meno di $ 10.

Misurare la capacità di una lunghezza misurata dello stesso filo della parete. Quindi misurare la capacità del cablaggio in muro. La proporzione tra i due ti dice quanto è lungo il filo in muro.

Sii assolutamente sicuro che il potere sia spento quando lo fai! 120 VAC distruggerà il tuo misuratore di capacità!