Cercando un riferimento NEC sul ridimensionamento del pannello principale che alimenterà un nuovo pannello per la seconda unità

Nel corso degli anni ho sostituito diversi pannelli del misuratore e pannelli secondari, ma non ho mai dovuto capire le valutazioni degli amplificatori per un nuovo contatore principale a doppio misuratore. Ecco cosa esiste:

Casetta di alimentazione del pannello principale del contatore da 125 A

Tubo sotterraneo in pvc da 1 1/4″ per garage che alimenta un sub 50A

Ecco una descrizione del prodotto finito:

  • Il pannello principale che alimenta il front house è stato sostituito
  • Il garage è stato convertito in un’unità abitativa unifamiliare, ora la chiamerà “unità posteriore”
  • Il nuovo pannello secondario 125A dell’unità posteriore viene alimentato sul proprio contatore dal nuovo pannello principale a doppio contatore sull’unità anteriore

Domande:

Come faccio a dimensionare il pannello principale? 200A o 400A?

Il calcolo della portata opzionale nel NEC fornisce una risposta più affidabile?

Qual ​​è la formula migliore per convertire la potenza totale dell’unità frontale per trovare l’amplificatore per questo nuovo pannello principale?


Risposta 1

Energia: le case elettriche hanno solo bisogno di molto

In generale, le case completamente elettriche ottengono un servizio di 200 A, 320 A o 400 A. Ora stai aggiungendo una secondaabitazione che è anchecompletamente elettrica. Quindi possiamo sicuramente squalificare 200A (per entrambi) come inadeguati.

Quindi la soluzione migliore è un contatore principale di 400A. Anche se la compagnia elettrica non fornisce molto, potrebbe aggiornare il servizio in un secondo momento se il tuo utilizzo lo giustifica.

La dimensione degli interruttori principali sarà decisa dalla compagnia elettrica.

Sottopannelli: pensa in grande

Per quanto riguarda i pannelli secondari, **l’unica cosa più importante dei pannelli è fornire abbastanza spazi. 40 spazi per pannello non sono troppi, soprattutto in una casa completamente elettrica dove molti carichi saranno a 240 V e divoreranno 2 spazidel pannello. 30 spaziè un minimo indispensabile che probabilmente ti causerà problemi in seguito, ma potrebbe essere adatto per l’abitazione ausiliaria. Dato il piccolo costo per l’aggiornamento a 40 spazi, non c’è motivo di metterti in un angolo.

Di certo non ti vogliamo qui più tardi dicendo “il mio pannello è pieno, come aggiungo questo interruttore?”

E soprattutto il doppio, non commettere l’errore più comune che vedo: rovinare i pannelli e poi spendere una fortuna in filo di rame quando l’alluminio è la cosa giusta e 1/3 del prezzo.

Potresti essere abituato a usare interruttori “doppie” per risparmiare sugli spazi. Questi non sono più pratici, a causa della necessità che quasi tutti gli interruttori siano AFCI o AFCI/GFCI dual mode. Questi non sono fatti in doppia roba.

Hai menzionato un sottopannello da 125A e sarà sicuramente troppo piccolo in termini di numero di spazi. I sottopannelli possono essere di qualsiasi dimensione; questo è semplicemente un limite di correnteper gli autobus e non è necessario che corrisponda all’interruttore principale ufficiale nel contatore principale.

Se il sottopannello ha il proprio interruttore principale, non è necessario che corrisponda. Quindi puoi alimentare un pannello secondario da 225 A da una rete principale da 125 A o 200 A, senza alcun problema. Il pannello della casa non ha nemmeno bisogno di un interruttore principale poiché si trova nello stesso edificio del contatore principale. Se non è collegato (ad esempio tramite una brezza), l’abitazione ausiliaria avrebbe bisogno di un “interruttore principale”; in realtà ciò di cui ha bisogno è un interruttore di disconnessione principale, ma l’utilizzo di un “pannello interruttore principale” è solitamente il modo più economico per farlo.