Assicurarsi che solo una doccia elettrica o uno scaldabagno istantaneo possa funzionare alla volta

Sto completando la ristrutturazione di una dependance. L’annesso condivide l’alimentazione di rete con la casa principale che ha un collegamento monofase valutato come max 90A. Vorrei inserire nell’annesso una doccia elettrica (9,8kW) e uno scaldabagno elettrico istantaneo (9,5kW); dando un’estrazione combinata di ~ 80 A. Chiaramente l’utilizzo di qualsiasi altro dispositivo affamato di energia nella dependance o nella casa principale (ad esempio bollitore, forno ecc.) Mi porterebbe a oltre 90 A. Ho pensato che una possibile soluzione fosse quella di consentire allo scaldabagno istantaneo di assorbire energia solo se la doccia non funziona. Qualcuno è a conoscenza di un prodotto che interromperebbe l’alimentazione allo scaldabagno se la doccia è in uso in modo da ridurre l’assorbimento massimo o qualsiasi altra soluzione astuta (a parte strappare la doccia e lo scaldabagno)


Risposta 1, autorità 100%

Ciò di cui hai bisogno è un unità priorità doccia

Sono disponibili vari tipi per due o tre docce, con o senza scaletta o con priorità in base all’ordine di arrivo. Prodotto da Garo e disponibile presso i più grandi rivenditori di materiale elettrico nel Regno Unito e in Irlanda.


Risposta 2, autorità 100%

Perché te ne servono due?

In Europa, alcune docce hanno il proprio scaldabagno integrato a richiesta solo per la doccia. Questa è chiamata “doccia elettrica”.

Il che pone la domanda sul perché hai bisogno di duescaldabagni su richiesta, dal momento che ne stai già installando uno per tutta la casa. Il semplice utilizzo di quello risolverebbe il problema di alimentazione.

Oppure, se il tuo problema è che la doccia e la cucina sono distanti l’una dall’altra e non vuoi il lungo ritardo, allora ok, dobbiamo accovacciarci e avere due riscaldatori e dobbiamo risolvere il problema elettrico. Ma allora, ancora, perché una stufa dedicata alla doccia? Perché non una stufa per tutto il bagno in modo da poter servire anche il lavandino?

Un relè dovrebbe essere attivato in corrente

C’è un facile approccio elettronicacon un gadget chiamato relè reed, che si attiverà posizionato accanto a un filo ad alta corrente. Ha bisogno di 10 ampere per funzionare, in genere, e avresti ~ 40 A che passano attraverso quel filo, quindi il semplice orientamento del relè reed dovrebbe portare a termine il lavoro. In sostanza, l’assorbimento di corrente sul riscaldatore della doccia farebbe scattare il relè e metterebbe fuori combattimentol’altro riscaldatore (presumo che lo vorresti in quel modo).

Tuttavia, la sfida qui è farlo con apparecchiature classificate come accettabili per la tua giurisdizione. Non è semplice come “fare irruzione nel cestino delle parti elettroniche” poiché l’apparecchiatura deve essere classificata come alimentazione di rete.


Risposta 3, autorità 67%

I relè attivati ​​in corrente sono disponibili presso le case di automazione industriale. Possono essere acquistati con setpoint di corrente di esercizio variabili o fissi (la corrente a cui si chiudono i contatti del relè). È improbabile che tu possa trovarne uno in grado di commutare l’intera corrente del tuo carico, quindi avrai bisogno di un relè attivato dalla corrente che controlli un contattore monofase classificato per il tuo pieno carico.

Dovrai trovare un relè attivato dalla corrente che abbia un relè DPST o DPDT alla sua uscita, perché collegherai il tuo contattore ai contatti NC (normalmente chiusi) del relè. Ciò consentirà al tuo scaldabagno di funzionare quando non c’è corrente che scorre verso il tuo scaldabagno e disconnetterà lo scaldabagno quando c’è corrente che scorre verso la tua doccia.

Il relè controllato in corrente, il contattore e il trasformatore 24VAC (se necessario) dovranno essere montati in una scatola approvata. Sai, tuttavia, che se lo scaldabagno si accende e si spegne rapidamente per qualsiasi motivo, ciò causerà un ciclo rapido dell’intero sistema, il che potrebbe ridurre la vita dell’altro scaldabagno.

Sono felice di aggiungere uno schema se vuoi seguire questa strada.


Risposta 4, autorità 33%

Una soluzione manuale molto semplice è un interruttore a doppio tiro. Questi sono spesso mascherati sotto nomi come interruttore a 3 vie, interblocco, interruttore di trasferimento del generatore, selettore o interruttore di commutazione. Il terminale comune sarebbe collegato alla fonte di alimentazione; La doccia elettrica e lo scaldabagno elettrico si connettono ciascuno a uno dei terminali commutati. Una persona potrebbe quindi selezionare uno dei due carichi lanciando l’interruttore. La soluzione potrebbe essere abbellita leggermente utilizzando una coppia di relè per controllare la potenza di rete. I relè potrebbero essere scelti con bobine di tensione di rete o bobine a bassa tensione. In quest’ultimo caso si potrebbe scegliere una bobina DC da 5 Volt e alimentare con un adattatore di caricatore USB.

Una soluzione automatizzata potrebbe essere costruita attorno ai relè con l’aggiunta di un circuito di controllo. Questo potrebbe essere semplice come un timer a uno scatto: premere un pulsante per selezionare la doccia elettrica; Rimane energizzato per alcuni minuti fissi di minuti e quindi l’alimentazione viene automaticamente tornata allo scaldabagno elettrico. O il controllo automatico potrebbe essere reso più complesso. Ad esempio, entrambi i relè potrebbero essere normalmente chiusi fino a quando non viene rilevato un carico (con un trasformatore di corrente, un interruttore a canneto, un sensore ad effetto hall, ecc.) E il relè “Altro” potrebbe essere spento mentre il carico rimane attivo.