Aggiunta di un filo di terra al vecchio cablaggio a 2 fili prima di estenderlo al cablaggio con messa a terra.

Sto ristrutturando una casa e l’attico parzialmente non finito ha un vecchio cablaggio senza messa a terra a 2 fili. Ci sono 2 circuiti. C’è una camera da letto finita con un circuito su 3 pareti e un secondo sulla 4a parete. Il 2° circuito si estende in un corridoio e poi si ferma. Voglio estendere quel cablaggio nell’altro lato della soffitta per fare un’altra camera da letto e voglio che sia collegato a terra. Ho già pescato un filo di terra dalla scatola dei fusibili fino alla fine della linea sul 2° circuito. (Non riesco a portarlo all’inizio della linea perché c’è un camino e un tetto a capanna e un sacco di brutti laggiù).

La mia domanda è in più parti. Posso mettere a terra lì, o devo tornare indietro e mettere a terra le prese precedenti del circuito? (è un rivestimento in legno, non un muro a secco nella stanza, quindi potrei toglierlo, anche se un grosso rompicoglioni) E posso provare a usare lo stesso terreno sulle uscite del primo circuito? Devono essere in un ordine specifico? Posso estendere più terreni da una scatola di giunzione? So che posso usare un GFCI all’inizio del primo circuito. Ma a quanto ho capito, non posso usarli prima del filo di terra sul secondo.

Scusa, questa domanda sembra confusa quanto me in questo momento. Che tu ci creda o no, ho ricablato 2 case. Ma li ho sventrati fino alle borchie, quindi è stato facile. E ho superato le ispezioni.


Risposta 1, autorità 100%

Stai chiedendo informazioni sulle regole per il adeguamento del terreno, che sono state notevolmente semplificate nel 2014. Noi discuternequa e là sul sito.

Per rispondere alle tue domande,

Puoi iniziare il terreno in qualsiasi vecchio posto. Non è necessario che la terra sia parallela ai conduttori di alimentazione.

La messa a terra di un circuito può essere estesa per proteggere un altro circuito, a condizione che entrambi i circuiti escano dallo stesso pannello di servizio. Questo è un problema solo se la tua casa ha dei sottopannelli. L’unica restrizione è che il filo di terra deve essere abbastanza grande per il circuito fino a casa. Quindi, ad esempio, se stai adattando un circuito da 12 AWG, puoi portarlo allo scaldabagno e al suo filo di terra da 10 AWG. Quindi puoi adattare un circuito n. 14 e portarlo al n. 12. Non è consentito il contrario, un filo di terra n. 14 non può far parte del percorso di messa a terra per un circuito n. 12.

L’ordine non ha importanza, fallo come puoi. Diversi circuiti possono condividere la terra: ricorda che la terra non fluisce mai corrente se non durante un guasto a terra.

La protezione GFCI non ha assolutamente nulla a che fare con i motivi. I GFCI non usano affatto terra e non hanno accesso a terra. (Beh, le prese GFCI lo fanno, ma solo per fornire il pin di terra sulle prese; il dispositivo GFCI non si collega nemmeno a terra.) Non dovrebbero esserci connessioni di terra neutra sul cablaggio di downline; questa sarebbe la definizione stessa di guasto a terra.

Ciò significa che la protezione GFCI e gli adattamenti del terreno sono ortogonali; non hanno nulla a che fare l’uno con l’altro e possono essere fatti indipendentemente l’uno dall’altro.


Risposta 2

Vi suggerisco di proteggere tutto il circuito a 2 fili mettendo una presa GFCI sulla prima massa del circuito a 2 fili (o semplicemente sostituendo l’interruttore con uno GFCI). In questo modo avrai una migliore protezione da guasto a terra (la bassa corrente non farà scattare l’MCB) e non dovrai tirare il filo di terra. Ad ogni modo, secondo NEC, non è richiesto che il filo di terra faccia lo stesso percorso del circuito, quindi sì: puoi iniziare da una singola scatola nel mezzo della linea con più fili di terra. L’unica cosa è che tutte le prese non collegate dovrebbero essere protette da GFCI.